Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mattarella: "Il ritardo digitale limita la libertà dei cittadini"

 

"Il ritardo nell'accesso ai servizi digitali è un limite al concetto stesso di cittadinanza". Dal palco del Teatro San Carlo, per il simposio Cotec 2019, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella punta l'attenzione sulla trasformazione digitale che è in corso in Italia e nel resto del Mondo. 

Il Capo dello Stato ha incontrato il re di Spagna Filippo IV e il Presidente del Portogallo Marcelo Rebelo De Sousa, per discutere dello sviluppo digitale nell'area del Mediterraneo. Nel suo intervento, Mattarella si è concentrato in particolare sul ruolo della pubblica amministrazione: "De essere più accessibile e veloce - ha affermato - oggi siamo in una babele burocratica in cui gli enti non comunicano tra di loro. Ciò diventa un problema per la vivibilità dei cittadini e per l'accesso ai servizi". 

Il Presidente della Repubblica ha legato il ritardo digitale del Paese a un ritardo competitivo sia in termini economici che sociali: "E' paragonabile all'analfabetismo che caratterizzava il nostro Paese decenni addietro". Il Cotec è una fondazione che lavora per l'innovazione, in stretta collaborazione con fondazioni equivalenti in Spagna e Portogallo. Quello che si è tenuto a Napoli il 7 maggio 2019 è il 13esimo simposio Cotec. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento