Case popolari a gente facoltosa: SEL Marano "lo denunciamo da tempo"

Il fatto reso pubblico da Teleclub. Stefania Fanelli: "Tutti questi furbetti, con la connivenza e la codardia della politica, hanno defraudato chi vive in grandi difficoltà. Ma sono rimasta isolata in queste denunce"

Municipio di Marano

Case popolari occupate da gente facoltosa, agiata. Succede a Marano, cittadina a nord di Napoli.

"Quelle case comunali - scrive il segretario del circolo locale di Sinistra Ecologia e Libertà, Stefania Fanelli - sono occupate da avvocati, insegnati, impiegati comunali, facoltosi commercianti, cioè tutte famiglie che non avrebbero grosse difficoltà a pagare un canone di mercato. Tutti questi furbetti,  con la connivenza e la codardia della politica, hanno defraudato della possibilità a chi vive in grandi difficoltà di ricevere un alloggio a canone agevolato. Quante famiglie conoscete che non riescono a garantire cure mediche ai propri familiari, famiglie che vivono rinchiuse in un box magari anche con disabili a casa?".

La notizia è balzata agli 'onori' della cronaca grazie ad un articolo di Ferdinando Bocchetti per Teleclub Italia, in cui si fa il punto preciso della situazione. Pur pagando niente o poche decine di euro per l'affitto delle case in questione, scrive il giornalista, ci sono locatari che hanno auto di grossa cilindrata, che fanno vacanze costose o che sono titolari di note attività commerciali. Insomma, tutto sembrano fuorché persone indigenti e bisognose di case comunali.

"E' una cosa che denunciamo da tempo e l'articolo di Bocchetti conferma che avevamo ragione" scrive il segretario Fanelli in una lettera aperta alla politica maranese.

"L’articolo - prosegue Fanelli - afferma che le case comunali sono occupate da tempo da cittadini che si trovano in condizioni tutt’altro che di disagio. Noi attraverso Sinistra Democratica e poi Sinistra Ecologia Libertà lo denunciamo da sempre ed in ogni luogo. Lo evidenziai in un consiglio comunale in sede di approvazione di Bilancio, lo denunciai attraverso un’apposita interrogazione in consiglio comunale. L’ho denunciato in ogni occasione anche ai dibattiti per le primarie".

"Sono rimasta isolata in queste denunce": scrive con rabbia e sconforto il segretario SEL.

"Quante famiglie - scrive ancora Fanelli - vivono la disperazione sulla propria pelle? Ebbene a queste famiglie è stato rubato qualcosa. Un medico, un commerciante ed un avvocato occupa una casa comunale e un non abbiente è costretto a pagare un canone di mercato, magari senza aver ricevuto neanche in questi anni il contributo fitti perché i proprietari non registrano i  contratti. Oltre ad una grande ingiustizia sociale, non lo trovate immorale.?

Ma si sa questo è il paese della doppia morale.  Anche a Marano nella politica c’è una doppia morale. Ci si appella alla legalità, a tante questioni di lana caprina e poi si è permesso tutto questo. Senza compatezza della politica. Senza compatezza nella sinistra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Certo certe battaglie si sa, fanno perdere voti. Aver predisposto un nuovo bando avrebbe fatto perdere molti voti agli amici politici dei furbetti. E per tale motivo sono stata sempre isolata in queste denunce, isolate anche perché pur se le  battaglie sono  giuste ma non puo’ metterci il cappello tuo allora non ti appoggeranno  mai. Mentre la politica è un atto collettivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

  • Scossa di terremoto nella notte: preoccupazione nell'area flegrea

Torna su
NapoliToday è in caricamento