Addio a Luciano De Crescenzo, proclamato lutto cittadino

L'ordinanza con la quale il Comune ha proclamato per il 20 luglio il lutto cittadino in occasione dei funerali dell'artista e divulgatore napoletano

Il Comune di Napoli ha proclamato per domani, 20 luglio 2019, il lutto cittadino in occasione dei funerali di Luciano De Crescenzo, spentosi ieri all'ospedale Gemelli di Roma a 90 anni.

Lo “scrittore e filosofo napoletano”, spiega Palazzo San Giacomo, “grazie alla sua raffinata intelligenza, grande cultura e naturale simpatia, più di ogni altro ha saputo interpretare l'anima del popolo partenopeo, dedicando alla città di Napoli l'intera vita e tutta la sua opera”. Una “personalità poliedrica e geniale” quella di Luciano De Crescenzo, un artista che “nella sua lunga e prestigiosa carriera ha saputo esprimere le tante contraddizioni e complessità della sua città, lasciando per sempre nel cuore dei napoletani forti emozioni”. “Ha lasciato alle generazione future – prosegue l'amministrazione – un'eredità immensa, costituita da oltre cinquanta libri, di cui sono state vendute decine di milioni di copie nel mondo, e indimenticabili pellicole cinematografiche, delle quali è stato regista, sceneggiatore e/o attore” e “la sua intelligente ironia e straordinaria leggerezza hanno contribuito ad avvicinare tanti giovani allo studio della mitologia e della filosofia greca, per la divulgazione della quale gli è stata conferita la cittadinanza onoraria dalla città di Atene”.

Napoli piange la scomparsa di Luciano De Crescenzo

“Preso atto che l’intera comunità cittadina è rimasta profondamente turbata da questa scomparsa – va avanti il comunicato del Comune – a seguito della quale la città di Napoli perde uno dei suoi figli più illustri che le ha dato onore e visibilità nel mondo”, e “tenuto conto che l’Amministrazione Comunale, interpretando i sentimenti dell’intera cittadinanza, intende dare un segno tangibile della profonda e sentita partecipazione all'evento luttuoso, unendosi al dolore dei familiari e dell'intero popolo napoletano”, è stata presa la decisione di proclamare il lutto cittadino in concomitanza con i funerali di De Crescenzo, che saranno celebrati a Napoli, domani alle ore 11.30, presso la chiesa di Santa Chiara.

Verranno esposte – conclude il Comune – le “bandiere dell'Unione Europea e della Repubblica Italiana a mezz’asta negli edifici comunali”.

La camera ardente

Si è aperta invece questa mattina alle 10, in Campidoglio a Roma presso la Sala della Promoteca, la camera ardente per l'ultimo saluto all'artista. A poca distanza dal feretro era stato posizionato anche il gonfalone del Comune di Napoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presenti tra i vari, oltre alla figlia Paola, anche alcuni amici di sempre dello scrittore napoletano, come il professor Domenico De Masi, Renzo Arbore, Marisa Laurito e Geppy Gleijeses, ed il vicesindaco di Roma Luca Bergamo. Successivamente sono giunti in Campidoglio anche il giornalista Roberto D'Agostino e la conduttrice Mara Venier.

La camera ardente per Luciano De Crescenzo a Roma
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento