"Lavoratori comunali anziani e senza qualifiche": querelle sulla presunta lettera di de Magistris

Matteo Brambilla ha accusato il sindaco di usare parole offensive per descrivere i dipendenti del Comune in una lettera inviata al ministro Bongiorno

Il vicesindaco del Comune di Napoli, Enrico Panini, replica alle parole del consigliere del M5s, Matteo Brambilla che aveva accusato il sindaco di usare parole offensive per descrivere i dipendenti del Comune di Napoli in una lettera inviata al Ministro Bongiorno. Nella lettera de Magistris avrebbe chiesto al ministro la proroga delle graduatorie del concorso Ripam in scadenza il 31 dicembre 2018 adducendo tra le motivazioni della richiesta l'elevata età del personale comunale e l'assenza di qualifiche. La replica del vicesindaco Panini: "Nella lettera non si esprime affatto un giudizio negativo sui nostri dipendenti ma si esprime una valutazione sui profili e non sulle persone che tutti i giorni svolgono un lavoro enorme per e con questa amministrazione. La storia personale del sindaco de Magistris lo ha sempre visto al fianco dei lavoratori in tutte le vertenze e in tutti gli incontri. Siamo davanti a una strumentalizzazione".

Potrebbe interessarti

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Furto nel Centro Commerciale, ragazza inseguita e arrestata dai carabinieri

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

Torna su
NapoliToday è in caricamento