Marciapiede piazza Vittoria e Baroq, Municipalità e comitati civici contro i lavori

Una decina di persone ha improvvisato un sit-in contro i lavori che ampliano il marciapiede antistante il locale che ha tra i soci Claudio de Magistris

Proseguono le polemiche sui lavori a piazza Vittoria, dove alcuni cittadini lamentano l'eliminazione delle strisce blu per l'allargamento del marciapiede antistante il Baroq, locale di cui è socio minoritario il fratello del sindaco di Napoli Claudio de Magistris. Ieri una decina di residenti, insieme al presidente della Prima Municipalità Francesco de Giovanni, hanno improvvisato un sit-in di protesta all'esterno del locale.

È proprio la Municipalità a guida de Giovanni che aveva revocato l'autorizzazione per l'allargamento dei marciapiedi rilasciata il 18 giugno. Secondo il direttore della Municipalità, Giulio Aurino, mancava il via libera del Comune di Napoli alla revoca delle strisce blu gestite da Anm. Uno stop durato pochissimo: un'ordinanza di Palazzo San Giacomo ha risolto il problema. Il cantiere dovrebbe concludere, salvo ulteriori intoppi, i lavori entro fine mese.

Resta la ferma opposizione di de Giovanni e dei comitati civici. Questi sottolineano come il Comune, mentre in precedenza avesse detto no alla rinuncia di un posto auto per installare un passaggio per disabili (in realtà presente pochi metri dopo), adesso stia rinunciando a 11 stalli Anm che – secondo la ricostruzione degli oppositori ai lavori – “costerà alla municipalizzata 70mila euro all'anno”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco perché il tuo bucato non profuma

  • Tragedia nel centro commerciale, bambino di 5 anni resta mutilato

  • Napoletana denunciata a Varese: documenti falsi per un finanziamento

  • Incidente sull'Asse Perimetrale, muore un giovane in scooter

  • Casoria, dramma nel parco: donna precipita dal balcone e muore

  • Un Posto al Sole non andrà in onda venerdì 13: le ragioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento