Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Brambilla (5 Stelle): "De Magistris cadrà sul Bilancio. Cerca un paracadute elettorale"

Il capogruppo grillino in Comune respinge le accuse: "Non abbiamo salvato il sindaco, l'iniziativa delle dimissioni era fallimentare. Amministrazione va fatta cadere con un atto politico"

 

"Noi non abbiamo salvato nessuno. Quelle delle dimissioni è stata una fallimentare fuga in avanti di un consigliere d'opposizione". Matteo Brambilla, capogruppo del Movimento 5 Stelle nel Consiglio comunale di Napoli, non ci sta a passare come il salvagente che ha tenuto in sella il sindaco Luigi de Magistris. Su iniziativa del consigliere forzista Stanislao Lanzotti, in sette hanno annunciato la firma delle dimissioni per far cadere l'Amministrazione. Sgambetto fallito perché per raggiungere lo scopo ci sarebbero volute 21 firme. 

Tra coloro che non hanno firmato ci sono grillini Brambilla e Marta Matano: "Non partecipiamo a iniziative di pura matrice elettorale - la posizione del capogruppo - Era chiaro che non ci fossero le 21 firme per far cadere il Consiglio. L'esperienza de Magistris è disastrosa, ma la fine va decretata con un atto politico. Credo che il momento giusto sia l'approvazione del Bilancio, a luglio. In quella circostanza, anche i consiglieri che oggi non firmerebbero contro il sindaco, come quelli passati con Italia Viva (Gabriele Mundo e Manuela Mirra, ndr) potrebbero decidere di non appoggiarlo politicamente". 

A chi, nell'azione di Brambilla, ha visto un apertura a un'eventuale partnership anti-deluchiana in vista delle regionali, il consigliere del Movimento 5 Stelle risponde così: "Io, per le regionali, sono contrario a qualsiasi apparentamento sia con il Pd che con Dema. Una posizione condivisa dal 95 per cento degli attivisti. Se, invece, per volontà di qualcuno all'interno del Movimento (Roberto Fico, ndr) si opterà per un'alleanza con l'attuale sindaco, io mi dimetterò immediatamente". 

Poi Brambilla punta de Magistris: "E' andato a Roma per verificare la possibilità di dimettersi e di congelare le dimissioni per 20 giorni, in attesa di capire come muoversi sia in Comune che per le elezioni regionali. Siamo di fronte a una persona che cerca solo di salvare se stesso. Sta cercando un paracadute elettorale. Ormai, non ha i numeri nemmeno per votare le delibere, il Consiglio non veniva convocato da gennaio. Mi chiedo a cosa possano servire un sindaco e un Consiglio che non sono più in grado di amministrare la città. Lo aspettiamo in aula per il Bilancio, quello sarà il momento giusto per porre fine alla sua stagione". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento