Il premier Conte a Napoli: "Determinati contro la criminalità. Nisida all'avanguardia"

Il Presidente del Consiglio è giunto in città per una serie di incontri sul tema della legalità: Nisida, Teatro San Carlo, Forcella e Palazzo Reale le tappe della sua visita napoletana

Conte a Forcella (foto M.Romano/NapoliToday)

E' stato un pomeriggio molto lungo, intenso e carico di emozioni quello vissuto dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Napoli. Il premier è giunto in città poco prima delle 16,00, per recarsi presso il carcere minorile di Nisida, prima tappa di una serie di incontri sul tema della legalità.

La visita nell'istituto penitenziario è avvenuta a porte chiuse, senza la presenza dei giornalisti. Il primo ministro ha incontrato, oltre che gli operatori sociali impegnati nella struttura, anche alcuni giovani detenuti.

"Ho visitato Nisida e devo dire che si tratta di un’esperienza all’avanguardia, per le iniziative che vengono portate avanti e i numerosi laboratori, che vengono offerti per un recupero pieno e favorire le attività di socializzazione dei giovani detenuti", ha detto qualche ora dopo Conte.

Il Teatro San Carlo è stata la seconda tappa della visita del capo del Governo, che ha incontrato presso il massimo partenopeo il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ed il maestro Riccardo Muti: "Con il Maestro Muti ho parlato della necessità di avere il suo contributo per rilanciare la cultura in Italia", ha aggiunto il premier.

L'ARRIVO A FORCELLA E L'ABBRACCIO DELLA GENTE

Il momento del contatto con la gente di Napoli, Giuseppe Conte lo ha avuto a Forcella, dove è giunto poco prima delle 18,30. Ad accoglierlo un folto gruppo di cittadini della zona. Poi l'incontro nella sede dell'associazione che porta il nome di Annalisa Durante, giovane vittima innocente della camorra. Lì il primo ministro ha incontrato anche i bambini della scuola intitolata proprio alla 14enne ammazzata nella primavera del 2004. Erano presenti, tra gli altri, Don Luigi Merola, la consigliera regionale dei 5 Stelle Valeria Ciarambino e gli assessori comunali Clemente e Daniele.

"Queste visite vogliono testimoniare la costante attenzione e la ferma determinazione di questo Governo nel contrastare i gruppi criminali e qualsiasi iniziativa mafiosa e illegale. Da quando si è insediato, questo esecutivo è stato sempre orientato a contrastare l’illegalita e questa visita ne è una testimonianza ulteriore", ha dichiarato Conte ai giornalisti presenti. 

CONTE A FORCELLA: LE IMMAGINI DELLA VISITA - VIDEO

ULTIMA TAPPA PALAZZO REALE

L'ultimo appuntamento della visita a Napoli del Presidente del Consiglio era fissato a Palazzo Reale, per un incontro con Salvatore Minieri, Sandro Ruotolo e Nello Trocchia, giornalisti napoletani minacciati dalla criminalità organizzata. 

"Incontro i giornalisti perché sono persone che con le loro inchieste rischiano la vita tutti i giorni e io credo che sia giusto che abbiano il sostegno delle istituzioni. Li incontro perché mi fa piacere avere con loro uno scambio e testimoniare la vicinanza del Governo alle loro vite professionali e per esprimere tutto il sostegno morale", ha affermato il premier. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CONTE A NAPOLI: L'INCONTRO CON DE MAGISTRIS - VIDEO

"Abbiamo accolto il Presidente del Consiglio a Napoli al Teatro San Carlo. Abbiamo avuto un incontro tutto incentrato sulla cultura e su questo teatro con il Maestro Muti e poi ho avuto la possibilità di intrattenermi qualche minuto con il Premier per affrontare alcuni temi centrali per la città. E’ stato un colloquio utile, cordiale, proficuo, nel segno della più alta cooperazione istituzionale che deve esserci  tra la città di Napoli e il Governo centrale. Ho notato grande attenzione da parte del Presidente su Napoli. Abbiamo parlato della questione finanziaria degli enti locali. Abbiamo parlato poi delle infrastrutture, della Metropolitana, di Bagnoli, della sicurezza in città e poi ho avuto modo di invitare il Presidente all’inizio del 2019 per una visita ufficiale", ha spiegato il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris dopo l'incontro con il Premier Conte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Coronavirus, i dati a Napoli: nessun nuovo guarito ma tre casi e un decesso in più

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

Torna su
NapoliToday è in caricamento