Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il premier Conte a Forcella: "Qui per contrastare la camorra"

 

Una giornata tra Calabria e Campania incentrata sulla criminalità organizzata. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha incontrato giornalisti minacciati da camorra e ndrangheta e familiari delle vittime dei clan. Nel tardo pomeriggio è giunto a Forcella, per incontrare Giovanni Durante, padre di Annalisa la giovane di 14 anni uccisa nel 2004 in un agguato che aveva come bersaglio Salvatore Giuliano. 

"Il Governo è spesso in Campania e a Napoli per testimoniare la lotta continua a qualsiasi azione criminale - ha affermato il premier - Pieno sostegno ai cittadini, ai familiari delle vittime e ai giornalisti che con le loro inchieste rischiano la vita. Sono stato anche a Nisida, al carcere minorile, si tratta di un'esperienza innovativa per i tanti laboratori che servono per il reinserimento sociale dei ragazzi". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento