Tubercolosi, lo sguardo dell'Europa su Napoli: attenzione alta sui recenti casi

Al centro di un'interrogazione parlamentare a Bruxelles i recenti casi di Tbc in città

In Europa si dibatte sui recenti casi di tubercolosi che si sono verificati a Napoli. All'interrogazione parlamentare, ad opera dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, la Commissione Europea ha risposto sottolineando che l'attenzione sul tema sorveglianza della tubercolosi resta alta.

La tbc è tornata alla ribalta con il tragico decesso di un medico che lavorava all'ospedale San Paolo di Napoli. Sulla vicenda ha relazionato l'europarlamentare e portavoce del M5S Piernicola Pedicini: "La sorveglianza della tubercolosi, ha spiegato la Commissione, costituisce un obbligo giuridico nel quadro stabilito dalla decisione n. 1082/2013 sulle minacce per la salute a carattere transfrontaliero. In più ricorda la collaborazione con il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) tesa a rafforzare la sorveglianza, la sensibilizzazione, la preparazione e la risposta alla Tbc".

Sulle statistiche relative ai contagi, richieste da Pedicini, l’Ue ha fatto sapere che tutti i dati sulle infezioni da Tbc sono comunicati a livello regionale e nazionale.

Dottoressa morta di Tbc, s'insedia la commissione d'inchiesta

Pedicini ha chiesto che l'Ue verifichi che le autorità locali competenti stiano mettendo in atto tutte le misure necessarie per far fronte al potenziale pericolo di contagio. La Commissione ha quindi chiarito che esistono delle indicazioni normative alle quali gli Stati devono attenersi, e di aver pubblicato un documento di lavoro dei servizi della Commissione sulla lotta contro l'Hiv/Aids, l'epatite virale e la Tbc, che delinea le azioni dell'Ue riguardo a queste malattie.

La Commissione ha fatto sapere di sostenere azioni sulla Tbc anche attraverso il programma dell'Ue per la salute, i programmi quadro dell'Ue per la ricerca, lo strumento di cooperazione allo sviluppo e lo strumento europeo di vicinato e partenariato. Annualmente - ha detto infine - eroga dei finanziamenti destinati al Fondo globale per la lotta contro l'Aids, la tubercolosi e la malaria.

“Siamo convinti – è il commento di Pedicini – che non si possa sottovalutare il contagio da Tbc, una malattia che per troppo tempo è stata considerata debellata. Il M5S è a fianco dei cittadini e degli ammalati e lotterà nelle sedi opportune per tutelare la salute di tutti".

Potrebbe interessarti

  • Ecco perché le zanzare pungono proprio te

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Orrore San Gennaro Vesuviano, la ricostruzione dalla tragedia

  • Incidente stradale Fuorigrotta, muore 15enne: il nome della vittima

Torna su
NapoliToday è in caricamento