Comunali, primi cento firmatari a sostegno della candidatura di Ranieri

A partecipare all'iniziativa intellettuali, docenti universitari, professionisti, lavoratori, operatori della cultura, dell'economia e della società napoletana. "Napoli può avviare un nuovo percorso di crescita"

Intellettuali, docenti universitari, professionisti, lavoratori, operatori della cultura, dell’economia e della società napoletana. Questi i primi cento firmatari per la candidatura di Umberto Ranieri a sindaco di Napoli.

L’iniziativa di sostegno ad una svolta ed una nuova alleanza per Napoli è stata avviata con due differenti documenti che è ancora possibile sottoscrivere sia sul sito di Ranieri che su Facebook e Twitter.

L’appello sottolinea: "A centocinquanta anni dall’unificazione italiana, Napoli può avviare un nuovo percorso di crescita, riuscendo a svolgere, in termini del tutto innovativi, il ruolo essenziale di punto di riferimento del Mezzogiorno. Le sorti di questa parte del paese sono in molta parte legate a questa rinnovata capacità della Napoli democratica di rappresentare la capitale ideale del Sud, uscendo da ogni logica chiusa e municipalistica, proiettandosi, con convinzione, sullo scenario del Mediterraneo, dell’Europa e delle sfide globali aperte in questa epoca. Il Mezzogiorno ha bisogno di questa nuova Napoli, come Napoli e i napoletani hanno la necessità di riprendere nelle proprie mani il destino della macroregione che più decisamente deve riscattarsi e colmare il divario dalle aree più avanzate, contribuendo a risollevare le sorti dell’Italia intera. Da qui può partire il segnale del risveglio e del riscatto meridionale".

Sempre secondo il documento: "Occorre un mutamento di metodi, indirizzi e stile di governo. Fare i conti con la durezza dei problemi. Capire le ragioni delle difficoltà e della crisi in cui si dibatte la città. Impegnare l’intera comunità cittadina per avviarla a soluzione. Napoli oggi avverte che è in gioco se stessa, il suo orgoglio, la sua dignità. Napoli vuole diventare una città normale, protagonista del proprio destino".

I sottoscrittori dei due documenti si incontreranno il 20 gennaio alle ore 17 all’Istituto per gli Studi Filosofici per motivare la propria partecipazione civile e politica,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio dai canali ufficiali della soap

  • Nuova allerta meteo a Napoli, la decisione sulle scuole per lunedì 18 novembre

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Emergenza strade: un'altra voragine si apre al Vomero

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento