Elezioni Ercolano, parla il candidato del Pdl Ciro Cozzolino

Ciro Cozzolino è il candidato presentato dal Pdl alle prossime elezioni comunali 2010 a Ercolano. Cozzolino, candidato per la poltrona di primo cittadino, è un libero cittadino prestato alla politica, gestisce una farmacia

Ciro Cozzolino è il candidato del Pdl per il comune di Ercolano. Libero cittadino prestato alla politica, gestisce una farmacia nel centro di Ercolano. La sua candidatura ha spiazzato in molti all’interno della coalizione di centro destra, ma lui ha subito richiamato i colleghi a una compattezza politica e a una riunificazione di tutte le forze.

Dottor Cozzolino nel momento stesso della sua candidatura lei si è trovato costretto a dover  richiamare le forze del centro destra a rinnovare l’unione e la compattezza politica in vista delle elezioni. Nell’ultimo periodo, il centro destra, soprattutto a livello nazionale, per la prima volta sta mostrando una frammentazione politica e una fragilità interna. Pensa che questa mancanza di compattezza potrebbe essere un fattore compromettente nella riuscita di queste elezioni?
Io spero naturalmente di no. Si è vero, ho richiamato tutti a rinnovare l’unione politica, e nel caso venissi eletto, continuerò a farlo, per cercare di costruire un governo forte. Io voglio essere amico di tutti, naturalmente non dei camorristi sia chiaro, ma l’ho scritto anche nei miei cartelloni di propaganda. Dobbiamo essere tutti uniti, per il bene del paese, per il bene di Ercolano.

Lei oltre alla passione per la politica, possiede anche un'altra attività, una farmacia. Che cosa pensa abbiano bisogno in termini di assistenza e tutela, le piccole attività commerciali di Ercolano?
Si, è proprio così. La questione del commercio è una di quelle che più mi sta a cuore, anche perché faccio parte di questo mondo, del mondo di coloro che gestiscono attività cittadine, nel mio caso una farmacia. Sono sempre a contatto con la gente, conosco i loro problemi perché sono anche i miei, quelli che vivo ogni giorno. Come vede, sono in campagna elettorale, ma continuo a fare il mio lavoro, non voglio abbandonare la mia gente.

Pensa quindi che la politica sia distante dai cittadini? C’è bisogno di un riavvicinamento tra le istituzioni e i cittadini?
Assolutamente si. È importante che le persone capiscano che c’è bisogno di loro, che ognuno può fare qualcosa per migliorare le condizioni della propria città, ma anche la politica deve fare di più per la cittadinanza.
Lei presenterà il suo progetto questa sera, ci può dare un anticipazione, ci può illustrare quale saranno i punti principali del suo programma, quali le questioni da affrontare immediatamente nel caso venisse eletto?
Voglio che nasca una rete commerciale, che faccia rivivere e  rinascere il commercio Ercolanese, tutelare le piccole attività, ma questo è possibile solo con aumento della lotta alla criminalità, e quindi col rinnovo del lavoro per la sicurezza dei cittadini. Sono due cose che vanno insieme, non possono essere separate. E devo dire la verità, la precedente amministrazione stava portando avanti bene il lavoro per la sicurezza. Bisogna continuare.

Per quanto riguarda invece la gestione dei beni culturali?
Stesso discorso. C’è bisogno di attività, eventi che diventino annuali. Ercolano è un posto unico al mondo, e deve diventare un centro commerciale e culturale. Pensi al M.AV. , un progetto per cui si sono spesi tanti soldi ma che non è riuscito a muovere nulla in città. Tutto deve riprendere a muoversi. Ercolano deve tornare a essere quella che era un tempo, e naturalmente deve crescere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, grave lutto per Luisa Amatucci: si è spenta la madre

  • Lutto per l'attore Alessandro Preziosi, è morto il padre Massimo

  • Ancelotti, lo splendido post della figlia Katia: "Napoli è una mamma. Vado via piangendo"

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 9 al 13 dicembre

  • CALCIOMERCATO NAPOLI - Ibra e Torreira i principali obiettivi per gennaio?

  • Ancelotti rompe il silenzio, il messaggio sui social dopo l'esonero

Torna su
NapoliToday è in caricamento