Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

De Majo: "Io antisemita? Una follia. Attaccata da chi parla con i neonazisti"

Il nuovo assessore del Comune di Napoli si difende: "Non ho nulla contro la cultura ebraica. Le mie critiche sono per come lo Stato di Israele tratta il popolo palestinese. Ho subito gravi minacce"

 

"Basta aprire una pagina internet per scoprire che essere antisionisti non c'entra nulla con l'antisemitismo". Eleonora De Majo, neoassessore alla Cultura del Comune di Napoli si difende dalle accuse piovute da politici e comunità ebraica per un post sul Facebook del 2015, in cui criticava aspramente lo Stato di Israele.

"Non ho nulla contro il popolo ebraico - prosegue la De Majo - ho attivato tutte le piazze antifasciste degli ultimi 15 anni e credo che questa sia la più grande dimostrazione del mio pensiero. Come se non bastasse, gli attacchi sono arrivati da politici che pochi giorni fa hanno votato contro la senatrice Segre e che parlano con i gruppi neonazisti. Mi sono arrivate molte minacce, alcune anche violente e pericolose". 

L'assessore non nasconde la sua posizione critica nei confronti di Israele: "Sono accanto al popolo palestinese e contro l'occupazione dei loro territori da parte dell'esercito israeliano". Una posizione condivisa anche dal sindaco Luigi de Magistris: "La nostra amministrazione ama il popolo ebraico, ma saremo sempre molto critici contro il Governo israeliano finché non riconoscerà lo Stato della Palestina".  

Puntuale è arrivata una controrisposta dalla Comunità Ebraica: "L'assessore si informi meglio: è antisemitismo anche paragonare le politiche d'Israele al nazismo"

L'ultima stoccata della Comunità ebraica

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento