Elezioni Politiche 2018, affluenza al 50% tra Napoli e provincia | LA DIRETTA

Seggi aperti dalle 7 alle 23. Spoglio al via subito dopo. Attesa per l'esordio del "tagliando antifrode". Tutti gli aggiornamenti in tempo reale

Seggi aperti a Napoli ed in tutto il resto d'Italia dalle 7 alle 23 per le Elezioni Politiche 2018. Lo scrutinio avrà inizio al termine delle operazioni di voto. Si parte dallo spoglio delle schede del Senato.

NapoliToday seguirà la giornata con una lunga diretta, con tutti gli aggiornamenti in tempo reale.

LA DIRETTA

VIA ALLO SPOGLIO: I RISULTATI IN DIRETTA

23,00: Seggi chiusi

22,30: Code finali in alcuni seggi di Napoli e provincia

22,00: Un'ora alla chiusura delle urne. Spoglio al via a seguire: si parte dalle schede del Senato

21,15: Alle urne a 102 anni. E' accaduto a San Giorgio a Cremano, dove la nonna del sindaco Giorgio Zinno, classe 1916, si è recata al seggio elettorale per esercitare il suo diritto di cittadina

20,35: "Ci stanno arrivando tante segnalazioni di irregolarità fuori dai seggi napoletani, soprattutto da Pianura e Scampia", è la segnalazione sulla pagina Facebook dell'Ex Opg

20,15: A Napoli e provincia ha votato il 50,31% degli aventi diritto

19,55: Affluenza al 47,51% nella città di Napoli. Dato in crescita rispetto al 33% delle Politiche 2013 (anche se allora si votava anche il lunedì).

19,40: Lunghe file per ottenere il duplicato della tessera elettorale nel comune di Napoli. La denuncia di una lettrice di NapoliToday.

19,15: Ritardi nella comunicazione del dato di affluenza delle ore 19.00.

18,00: Disagi per chi viaggia in bus, durante la giornata elettorale. Sensibilmente ridotto il trasporto pubblico su gomma a causa della decisione di circa 300 dipendenti dell'Anm (150 autisti di bus) di lavorare come rappresentanti di lista nei seggi.

17,30: Fotocopiatrice rotta, disagi per gli elettori.  A Soccavo agente della municipale costretta a fare le copie in altri uffici.

17,00: Attimi di follia nel seggio elettorale di Arpino a Casoria. Una scrutatrice ha messo a soqquadro il seggio dove stava lavorando. La donna ha cominciato ad inveire contro i presenti per poi prendere l'elenco degli aventi diritto al voto e strapparlo. I colleghi hanno provato a calmarla ma è stato necessario l'arrivo dei militari

16,15: Caos tessere a Pozzuoli, bloccata la ristampa. Cittadini dirottati a Monteruscello.

15,00: Fotografa la scheda elettorale durante il voto. Denunciato un uomo a Qualiano.

14,00: Lunghe code nei seggi di Napoli e provincia.

13,00 - Arrivano i primi dati sull'affluenza. A Napoli città dato bassissimo, poco più alto se si considera la provincia. Ha votato il 16,63% degli aventi diritto

12,20 - Al voto anche il candidato premier dei 5 stelle, Luigi Di Maio. A Pomigliano D'Arco decine di fotografi. 

12,00 - L'ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso il suo voto in una scuola romana. Qui la foto

11,40 - Segnalati disagi nel comune di Pozzuoli. Le informazioni per ristampare la tessera elettorale. 

10,00 - Il candidato premier e leader M5s Luigi Di Maio è atteso intorno alle 11 nel seggio napoletano di Pomigliano d'Arco, presso l'Istituto Comprensivo Sulmona Leone, per il voto. Alle 12:00 circa i primi dati sull'affluenza a Napoli e in provincia. 

08,00 - Prosegue l’apertura straordinaria delle municipalità per le sostituzione delle tessere elettorali. Per l’intera giornata di oggi, fino alle 23,00, gli uffici municipali saranno aperti per il rilascio immediato. Nel caso di esaurimento degli spazi o deterioramento sarà necessario presentare l’apposita domanda ed esibire o consegnare la vecchia tessera. Nel caso di smarrimento o di furto, la domanda dovrà essere corredata dalla denuncia presentata ai competenti uffici di Pubblica Sicurezza

07,30 - 746750 sono gli elettori totali a Napoli, di cui 348916 maschi e 397834 femmine

07,00 - Apertura seggi

06,00 - Si sono concluse regolarmente le operazioni di surroga dei Presidenti di seggio degli 884 seggi del Comune di Napoli. Le operazioni di surroga, cominciate alle ore 16.00, hanno visto nel complesso la sostituzione di 87 Presidenti di seggio che hanno rinunciato all’incarico

LA DIRETTA DI TODAY.IT PER TUTTE LE NOTIZIE A LIVELLO NAZIONALE

COME SI VOTA

La nuova legge prevede un sistema elettorale misto sia alla Camera che al Senato: un terzo dei seggi è assegnato con il sistema maggioritario e due terzi con il sistema proporzionale.

IL FAC-SIMILE DELLA SCHEDA ELETTORALE

Con il sistema maggioritario in ciascun collegio viene eletto un solo candidato: quello che ottiene più voti. Con il sistema proporzionale a ciascuna lista o coalizione di liste sono assegnati i seggi in proporzione ai voti ottenuti, calcolati a livello nazionale e poi redistribuiti nelle singole circoscrizioni territoriali. Ogni candidato che concorre con sistema maggioritario è identificato sulla scheda elettorale perché il suo nome è scritto dentro un rettangolo che non presenta simboli ed è collocato in alto rispetto alla lista o alle liste collegate. Ogni lista o coalizione di liste è collegata a un solo candidato. Con il sistema maggioritario sono assegnati 232 seggi alla Camera e 116 seggi al Senato.

ELEZIONI POLITICHE 2018, TUTTI I CANDIDATI NEI COLLEGI DI NAPOLI

L'assegnazione dei restanti seggi del territorio nazionale (386 alla Camera e 193 al Senato) avviene con il metodo proporzionale in collegi plurinominali.

Per l’elezione della Camera possono votare i cittadini che alla data di domenica 4 marzo hanno compiuto diciotto anni; per l’elezione del Senato possono votare i cittadini che alla data di domenica 4 marzo hanno compiuto il venticinquesimo anno di età. Per l’elezione della Camera dei deputati la scheda è rosa. Per l’elezione del Senato della Repubblica la scheda è gialla.

ELEZIONI POLITICHE 2018, LE SEZIONI ELETTORALI A NAPOLI

Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, il "tagliando antifrode", dotato di un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato al momento dell’identificazione dell’elettore. Espresso il voto l’elettore consegna la scheda al presidente del seggio. E’ il presidente che stacca il “tagliando antifrode” e, solo dopo aver verificato la corrispondenza del numero del codice con quello annotato al momento della consegna della scheda, la inserisce nell’urna.

Ciascuna scheda – in un rettangolo – ha il nome e il cognome del candidato nel collegio uninominale. Nel rettangolo o nei rettangoli sottostanti, sono riportati il simbolo della lista o delle liste, collegate al candidato uninominale, con a fianco i nomi e i cognomi dei candidati (da un minimo di 2 a un massimo di 4) nel collegio plurinominale, secondo il rispettivo ordine di presentazione. L’elettore potrà votare apponendo un segno sulla lista prescelta e il voto si estenderà anche al candidato uninominale collegato; oppure potrà apporre un segno su un candidato uninominale e il voto si estenderà alla lista o alle liste collegate in misura proporzionale ai voti ottenuti nel collegio da ogni singola lista. Il voto è valido anche se si appone il segno sia sul candidato uninominale che sulla lista o su una delle liste collegate; non è possibile il voto disgiunto, cioè votare un candidato uninominale e una lista collegata a un altro candidato uninominale. E’ vietato scrivere sulla scheda il nominativo dei candidati e qualsiasi altra indicazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • La migliore pizza fritta del mondo è di Melito: per celebrare il titolo pizze gratis per tutti

Torna su
NapoliToday è in caricamento