menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Quarto, svolta a sorpresa: Rosa Capuozzo si dimette da sindaco

L'ex pentastellata era stata espulsa dal Movimento proprio per non aver assecondato la richiesta dei Cinque stelle di fare un passo indietro. Martedì era stata ascoltata in commissione Antimafia

Rosa Capuozzo

Rosa Capuozzo si è dimessa, a sorpresa, dalla sua carica di sindaco di Quarto. L'ex pentastellata, espulsa dal Movimento proprio perché non aveva assecondato la richiesta dei Cinque Stelle di fare un passo indietro, ha annunciato la sua decisione stamane - tra le lacrime - in una conferenza stampa.

“La mia non è una resa, ma un gesto d’amore e di responsabilità per la città”, spiega l'ex sindaco della cittadina flegrea. La Capuozzo era da un mese al centro delle polemiche seguite all’inchiesta della Dda di Napoli che coinvolge l'ex consigliere M5s Giovanni De Robbio, indagato per voto di scambio e tentata estorsione proprio ai danni dell'ex primo cittadino.

In seguito all'audizione a Roma presso la Commissione parlamentare Antimafia, il presidente Rosy Bindi aveva disposto la trasmissione alla Procura di Napoli degli atti, in quanto era "emersa la necessità di segnalare alla Procura alcuni aspetti da approfondire".

"UNA VITTORIA DELLA CAMORRA" – "Questa è una sconfitta politica, ma anche una vittoria della camorra": è il passaggio più duro del discorso di Rosa Capuozzo. Che ha motivato le proprie dimissioni con le numerose defezioni in Consiglio comunale: "Vado via perchè mancano i numeri necessari per governare". "Gli altri, quelli che si sono dimessi, forse credevano di fare una gita fuori porta".  “Dopo il flash mob del 10 gennaio - le parole dell'ex primo cittadino di Quarto - ho chiesto ai consiglieri se la sentissero di continuare a combattere una battaglia difficile. I 15 consiglieri che hanno detto che avrebbero lottato con me mi hanno guardato negli occhi, e io ci ho creduto. Poi è iniziato lo stillicidio delle dimissioni, con motivazioni ridicole per chi a giugno aveva assunto la responsabilità di amministrare”.

"SIAMO STATI ABBANDONATI" – Il comune flegreo ora sarà commissariato, fino a nuove elezioni alla quali l'ex pentastellata ha già fatto sapere che non parteciperà. "Mi sono sentita abbandonata dal M5s – ha aggiunto la Capuozzo – ma si sono sentiti abbandonati tutti i cittadini di Quarto. Non è semplice quello che stiamo affrontando in questo territorio, con il movimento accanto sarebbe stato più facile".

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Agguato in via Catone: muore in ospedale un 37enne

    • Cronaca

      Stefano, la telefonata alla fidanzata dopo l'incidente: "Sto bene". Poi la fine

    • Notizie SSC Napoli

      CALCIOMERCATO - Dalla Francia: "Psg, avviati contatti con entourage Higuain"

    • Cronaca

      Gomorra, intervista alla trans Alessandra Langella: "Ogni giorno mi scontro con i pregiudizi"

    Torna su