De Magistris sul "Cura Italia": "Nulla ai Comuni, è agghiacciante"

Le parole del primo cittadino napoletano sul decreto del governo

"Un primo argine contro un fiume in piena". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, definisce i provvedimenti contenuti del decreto "Cura Italia", sforzo del governo per risanare l'economia in difficoltà a causa dell'emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus.

Si concentra sulle misure sanitarie - spiega il sindaco - ma per quanto riguarda l'aspetto economico è "insoddisfacente".

De Magistris ha parlato ad un'emittente locale, sottolineando come nel decreto a suo dire non ci sia "nulla per i Comuni e questo è agghiacciante".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Se il governo non capisce presto questa cosa - è l'idea del primo cittadino - i Comuni crollano, tra un po' crolleremo, perchè non incassiamo più nulla e non potremo più garantire i servizi essenziali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento