De Magistris: "Nel 2019 saremo capitale dei servizi pubblici. Nonostante il Governo"

Il sindaco di Napoli: "I nostri servizi, entro l'anno, saranno a livello di una capitale mondiale. Lavoriamo per questo costantemente, nonostante le discriminazioni del Governo"

Per il sindaco di Napoli Luigi de Magistris Napoli sarà, entro il 2019, a livello di una capitale mondiale nell'offerta di servizi. La promessa sarà mantenuta, spiega il sindaco, "anche senza l'appoggio di Governo che approva l'autonomia delle regioni richce del Nord e non pone fine alle disuguaglianze e alle discriminazioni". Di seguito il post integrale, che come ogni lunedì viene pubblicato sui social networks del primo cittadino partenopeo. 

"Stiamo lavorando senza sosta a Palazzo San Giacomo per raggiungere l’obiettivo di migliorare, in questo anno, tutti i servizi della Città. È traguardo per noi tutti prioritario. [...] Vogliamo raggiungere livelli di servizi propri di una capitale mondiale, come è tornata ad essere Napoli. Nonostante la mancanza di sostegno adeguato e dovuto da parte del Governo. Ci attendevamo un’altra legge di bilancio, dopo anni di tagli, lacrime e sangue. Manovra assai deludente. Unico risultato ottenuto è la cancellazione di una sanzione che gridava vendetta: ci avevano sanzionato dopo che eravamo stati ritenuti non responsabili: il fatto non sussiste e quindi niente sanzione. [...] Perseverano nel cercare di annientare chi è in difficoltà, soprattutto se non per sua colpa, come Napoli. Cercheremo con la cooperazione e la lealtà istituzionale che ci contraddistingue da sempre di provare a raggiungere nei prossimi mesi alcuni obiettivi con il Governo. [...] Per ora con Napoli registriamo nessun cambiamento significativo, nella legge di bilancio, rispetto alle precedenti politiche di governo. Tutto questo spiace se pensiamo al numero di parlamentari napoletani presenti in maggioranza ed al fatto che i fondatori - napoletani - del M5S sono ai vertici del Governo e del Parlamento. [...] Abbiamo messo in campo una tale miriade di azioni, con la forza della nostra autonomia, che realizzeremo numerosi lavori per migliorare strade, trasporti, verde, rifiuti, infrastrutture, servizi sociali. Che tristezza, poi, constatare che si accingono ad approvare l’autonomia delle sole regioni ricche del nord e nulla fanno per porre fine a disuguaglianze, discriminazioni ed ingiustizie verso le fragilità. Lo avesse fatto il solo Salvini poteva essere scontato, sapere che verrà realizzato in concorso con il M5S è molto più di una delusione. Noi non tradiremo mai le nostre Terre. Ma nulla è minimamente capace di arrestare la rinascita che il popolo napoletano ha messo in atto nonostante ingiustizie, governi ostili o indifferenti. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli e noi facciamo quello che ci hanno chiesto i Costituenti nel 1948. A Napoli lottiamo duramente per rimuovere ostacoli e quelli istituzionali sono spesso i più difficili ed insidiosi". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole cambia orario: l'annuncio

  • Lutto nella moda, scompare la signora Di Fiore Settanni: era emblema dello stile caprese

  • Lutto in casa Napoli: si è spento Mistone, terzino in azzurro negli anni '50 e '60

  • Otto multe in due mesi: "Con quei soldi avrei comprato latte e biscotti a mia figlia"

  • Lutto al Cardarelli, si è spento noto anestesista

  • Cosa ci fa una cuccia al centro di Piazza Garibaldi? La risposta

Torna su
NapoliToday è in caricamento