Presunti appalti truccati al Cardarelli, De Luca: "Paradiso prosegua la rivoluzione sanitaria"

Il presidente della Regione esprime piena fiducia nella magistratura a proposito dell'inchiesta che ha coinvolto anche Ciro Verdoliva, ora ai domiciliari

Vincenzo De Luca

"Una vicenda giudiziaria relativa a un appalto di servizi per la pulizia dell’ospedale Cardarelli avviata nel 2013 e conclusa nel 2014". Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca entra nel dettaglio dell'inchiesta che ieri ha portato all'esecuzione di 16 misure cautelari, tra cui una diretta al direttore generale dell'ospedale Ciro Verdoliva. "Da questo momento, assume, come previsto dalla legge - aggiunge De Luca - le funzioni di direzione Franco Paradiso, attuale direttore sanitario".

"Sarà garantita la continuità e la piena operatività del Cardarelli - prosegue l'inquilino di Palazzo Santa Lucia - che rimane una struttura di assoluta eccellenza della sanità campana e nazionale. È stato dato mandato al direttore generale dell’Asl Napoli 1 di individuare un responsabile tecnico dell’Asl, per il completamento delle procedure tecnico-amministrative necessarie per l’apertura completa dell’Ospedale del Mare secondo il cronoprogramma già stabilito, e che sarà rispettato".

"Si esprime piena fiducia nell’iniziativa dell’Autorità Giudiziaria, con l’auspicio di un tempestivo accertamento dei fatti, data anche la delicatezza delle strutture coinvolte - è infine la conclusione del governatore - Come per ogni cittadino interessato da vicende di questo tipo, si dovrà attendere la conclusione delle indagini e il giudizio di merito. Per quello che ci riguarda, deve proseguire con estrema determinazione la vera e propria rivoluzione che è necessaria nella nostra organizzazione sanitaria, dal punto di vista organizzativo, finanziario e dei servizi alla persona. Devono essere accesi i riflettori in ogni ambito di attività con estremo rigore. Tutte le iniziative che vanno in questa direzione avranno il nostro pieno sostegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento