Crollo Pompei, il sindaco D'Alessio: lo Stato tuteli il patrimonio archeologico

In una lettera le perplessità sulla privatizzazione dell'area archeologica di Pompei. "Si faccia presto e si cominci a lavorare, tutti insieme, per garantire un futuro di conservazione agli scavi"

Una lettera alle più alte cariche dello Stato per sollecitare un intervento "con la dovuta urgenza del caso, per elaborare ed attuare iniziative di tutela e conservazione del grande patrimonio archeologico dell'umanità".

Questa l'iniziativa intrapresa dal sindaco di Pompei Claudio D'Alessio a seguito del grave episodio relativo al crollo della Casa dei Gladiatori avvenuto sabato scorso. Dunque, una nuova voce dal mondo politico dopo le numerose dichiarazioni di ieri che mettevano il ministro Bondi sotto accusa.

Il testo della lettera:

II crollo della Casa dei Gladiatori, avvenuto nei giorni scorsi negli scavi archeologici pompeiani, ha provocato una perdita gravissima per il Patrimonio Culturale della Città di Pompei. Da tutto il mondo ci giungono commenti che deplorano la gravità di quanto accaduto e la preoccupazione per la capacità che I'ltalia ha di conservare le testimonianze universali della propria storia, con evidenti e gravi ripercussioni sull'immagine della città e sull'economia turistica.

Condividendo la preoccupazione e lo sgomento del Presidente della Repubblica per le sorti del patrimonio archeologico pompeiano, si fa appello alle più Alte Cariche della Stato perchè si intervenga con la dovuta urgenza del caso per elaborare ed attuare iniziative di tutela e conservazione del grande patrimonio archeologico dell'umanità. Apprendendo I'avvio di una fase di privatizzazione annunciata ieri dal Ministro, su cui molte cose vanno chiarite, riteniamo intanto necessario il ripristino delle condizioni di funzionalità, operatività e prestigio delle Istituzioni attualmente preposte alla tutela, per I'avvio di un organico e duraturo progetto di salvaguardia degli scavi di Pompei.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si dichiara la totale disponibilità da parte dell'lstituzione Comune di Pompei ad ogni forma di costruttiva collaborazione, necessaria per predisporre, al fianco delle preposte Istituzioni della Stato, politiche condivise di gestione e valorizzazione del sito archeologico che garantiscano al territorio opportunità di lavoro e di crescita culturale. II Consiglio Comunale, il Sindaco e I'Amministrazione Comunale tutta, rivolgono un appello accorato al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri e ai Presidenti del Senato e della Camera dei Deputati perchè si faccia presto e si cominci a lavorare, tutti insieme, per garantire un futuro di conservazione agli scavi di Pompei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

  • Nuovi focolai in Campania: isolata la palazzina della donna incinta e positiva

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • "Smetta di fumare e metta la mascherina": in Circum passeggero manda capotreno in ospedale

Torna su
NapoliToday è in caricamento