Liberato il dirigente di Portici: insussistenza di indizi di colpevolezza

Torna in libertà per il "venir meno di gravi indizi di colpevolezza" Corrado Auricchio, dirigente del quarto settore, Bilancio e gestione spesa del Comune di Portici che fu arrestato il 15 aprile

Corrado Auricchio, il dirigente del comune di Portici arrestato il 15 aprile scorso per corruzione e falsa testimonianza, è tornato in libertà.

Il gip del Tribunale di Napoli, Alberto Capuano, ha accolto integralmente la richiesta dell'avvocato Maurizio Capozzo difensore di Corrado Auricchio e ha disposto la revoca della misura cautelare per il "venir meno di gravi indizi di colpevolezza".

Inoltre, ha riconosciuto nel provvedimento che la difesa ha pienamente provato la insussistenza dell'ipotesi di corruzione che era stata contestata al dirigente.

Abbiamo atteso con fiducia e serenità l' esito degli accertamenti e delle verifiche da parte della magistratura, confidando negli elementi che gli indagati avrebbero potuto fornire ai magistrati nell'esercizio del diritto di difesa: i fatti ci hanno dato pienamente ragione". Così il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo commenta la revoca della misura cautelare nei confronti del dirigente al Bilancio, Corrado Auricchio. "Il nostro stile - aggiunge Cuomo - non cambia: rispettiamo in pieno l'operato dei giudici, anche quando non ne comprendiamo fino in fondo alcune decisioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vento forte e temporali in arrivo sulla Campania: nuova allerta meteo

  • Venti forti e temporali su Napoli e provincia, prorogata l'allerta meteo

  • Allerta meteo e scuole chiuse: le ragioni e le possibili soluzioni

  • Cinzia Paglini è tornata a casa: lieto fine per l'artista napoletana

  • Allerta meteo per forte vento, scuole chiuse a Napoli il 12 novembre

  • Maltempo, via Imbriani chiusa: crolla un cornicione

Torna su
NapoliToday è in caricamento