A Napoli la carta dei diritti dei riders e dei lavoratori della gig economy

Assessori Clemente e Buonanno: “Un risultato importante per la città e per i suoi lavoratori”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Napoli si dota della carta dei diritti dei riders e dei lavoratori della gig economy. E' stata approvata in Giunta, a firma degli Assessori ai Giovani Alessandra Clemente e al Lavoro Monica Buonanno, la presa d'atto della carta dei diritti dei riders e dei lavoratori della gig economy.

"Un risultato importante per la città e soprattutto per la visione che la città ha sul lavoro e sui lavoratori", commentano gli Assessori. "Non potevamo pensare che Napoli si voltasse dall'altra parte rispetto al fenomeno dei riders e del precariato nelle sue forme più digitalizzate. La carta dei diritti dei rider è un atto condiviso e partecipato con le organizzazioni sindacali e con i rappresentanti dei rider napoletani”.

"Questa carta - concludono gli Assessori - sancisce ancora una volta il ruolo di Napoli nella filiera del lavoro, un ruolo sempre più decisivo, incisivo per il futuro dei lavoratori e necessario data la crescita esponenziale del fenomeno in tutta la città di Napoli così come nel Paese, in Europa e nel mondo".

Torna su
NapoliToday è in caricamento