Infiltrazioni camorristiche, sciolto il Comune di Calvizzano. A luglio era morto il sindaco

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la proposta del Ministro degli Interni Minniti, sciogliendo il Comune per "significative ingerenze da parte della criminalità organizzata". La scorsa estate il sindaco Salatiello era stato stroncato da un malore

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell'interno Marco Minniti, a norma dell'articolo 143 del TUEL (Testo Unico Leggi Enti Locali), in ragione delle riscontrate significative ingerenze da parte della criminalità organizzata, ha deliberato lo scioglimento del Consiglio comunale di Calvizzano (Napoli) e il contestuale affidamento della sua gestione a una commissione straordinaria. Si tratta della seconda batosta per la cittadinanza calvizzanese dopo l'improvvisa morte (a luglio 2017) del sindaco in carica Giuseppe Salatiello. 

Il capogruppo di maggioranza Antonio Ferrillo ha preannunciato ricorso nel corso di una intervista a TeleclubItalia. 



 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mobilità tra regioni, confermata la data del 3 giugno: in Campania si potrà arrivare da tutta Italia

  • Lutto nel mondo della canzone napoletana: addio a Nunzia Marra

  • Coronavirus, nuovo positivo a Napoli: i dati dell'Asl

  • De Luca rilancia la movida: "Cinema all'aperto e musica nei locali: apriamo tutto"

  • Grave lutto nel mondo dell'imprenditoria: addio al noto designer Roberto Faraone Mennella

  • Report su De Luca e sulla sanità in Campania: "Lo sceriffo si è fermato ad Eboli"

Torna su
NapoliToday è in caricamento