Borriello su De Laurentiis e De Luca: "Da loro odio contro chi mette impegno, passione e onestà"

Il post dell'assessore comunale allo sport dopo le polemiche degli ultimi giorni

Borriello

"Tra il film horror andato in onda l'altra sera prodotto dalla De Laurentiis & co e la commedia scritta e diretta da De Luca/Crozza dal titolo "a' Cantin e zì Pepp'", c'è tutto l'odio contro chi mette impegno, passione, tempo, valori e soprattutto onestà, che a quanto pare, è merce veramente rara nel panorama della politica attuale". Così in un post Facebook, l'assessore comunale allo Sport Ciro Borriello ha commentato le polemiche degli ultimi giorni sulla questione San Paolo, che l'hanno visto protagonista insieme al presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis e al Governatore della Campania Vincenzo De Luca.

"Su quanto accaduto nell'incontro con il presidente Aurelio De Laurentiis - aveva scritto in precedenza Borriello - omettendo volutamente di riportare i termini irriverenti e irrispettosi usati da quest'ultimo nei miei riguardi, ma sottolineandone il 'peso' ed il senso di sconcerto, ritengo utile soffermarmi su alcuni aspetti. Al di là della disputa sui colori che dovranno avere i sediolini dello stadio San Paolo (sicuramente una questione non primaria né essenziale), che ribadisco dover essere azzurri come il colore storicamente identificato ed amato dalla tifoseria partenopea, l'equazione fatta dal presidente del calcio Napoli 'frange di tifo, camorra, periferia', è fuorviante e lesiva. Così si è voluto criminalizzare una passione, una identificazione, un modo di comportarsi che parte dall'essere tifoso fino ad arrivare ad una grande emozione pubblica e partecipata in maniera corale, a tratti incontenibile. E' del tutto evidente che siamo i primi a condannare episodi violenti e qualsiasi comportamento che non rispetti le regole, dentro e fuori dallo stadio. Tuttavia da persona di periferia ritengo che una tale 'associazione' offenda persone e territori di una parte della città, ne calpesta storia e sensibilità, rende debole il tessuto sociale che attraversa intere generazioni. Tutto questo è lontano dallo sport".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Orrore in caserma, carabiniere suicida a Miano

  • Cronaca

    Dolori lancinanti all'addome: in ospedale le rimuovono una cisti di 13 kg

  • Cronaca

    Scontri Inter-Napoli, condannati sei ultrà

  • Economia

    Aumenta la tassa di soggiorno, scatta la protesta degli albergatori

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 marzo (giorno per giorno)

  • Terremoto, sciame sismico di decine di scosse tra Napoli e Pozzuoli

  • Napoletano esordisce a soli 16 anni in Europa League, il papà: "Ho un messaggio per De Laurentiis"

  • Piano per il lavoro Regione Campania, on line la tabella dei profili richiesti

  • "Sciopero per il clima", domani in corteo anche gli studenti napoletani

  • Paura a Pomigliano, rapina a mano armata nell'ufficio postale

Torna su
NapoliToday è in caricamento