Comune di Napoli, la Giunta de Magistris approva il rendiconto 2019

"Il disavanzo da recuperare, rispetto al 2018, diminuisce contabilmente di 37 milioni di euro con un sostanziale effetto di recupero pari ad oltre 7 milioni di euro", rende noto Palazzo San Giacomo

La Giunta Comunale di Napoli ha approvato il Rendiconto 2019, con un segno positivo pari a 1.760.000.000 euro, informa Palazzo San Giacomo in una nota.

Il disavanzo da recuperare, rispetto al 2018, conseguente alla definizione del Piano di rientro dalla condizione di Ente in predissesto, definita nel 2013, e dal riaccertamento straordinario, a seguito della introduzione della contabilità armonizzata, diminuisce contabilmente di 37 milioni di euro con un sostanziale effetto di recupero pari ad oltre 7 milioni di euro.
 
"Questo risultato, pur positivo, risente della mancata vendita della rete del gas (la cui alienazione è stimata in circa 34 milioni di euro) slittata al 2020 in conseguenza di una Sentenza del Tar Campania. Il risultato positivo permane anche sottraendo per intero il Fondo Anticipazioni Liquidità che, al 31 dicembre 2019, è pari a 995.117.073 euro", si legge ancora nella nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il Rendiconto 2019 è influenzato negativamente dalle seguenti voci non finanziarie che sono rappresentate dalle quote dei fondi accantonati e vincolati che determinano i seguenti disavanzi:
 
1) la massa degli accantonamenti messi a garanzia di entrate differite nel tempo, secondo le regole della “contabilità armonizzata” entrate in vigore nel 2015, che sono pari a 2.817.489.634;
 
2) le somme vincolate, perché destinate esclusivamente a determinate finalità (es.: i trasferimenti ricevuti per i lavori della metropolitana; ecc..), pari a 561.127.618 euro.
 
Il risultato 2019, per la parte relative alle quote accantonate e vincolate risente delle decisioni della Corte Costituzionale, della sentenza 4/2020, che ha considerato incostituzionale una precedente norma di legge, relativa alla modalità di contabilizzazione del Fondo Anticipazione di Liquidità riconosciuto con il Decreto Legge 35/2013 e Decreto Legge 66/2014. Il rendiconto 2019 è stato reso coerente con quanto previsto dalla citata sentenza andando a rideterminare i diversi disavanzi dal 2015 con la considerazione del Fondo citato.
 
Il 2019 è stato l'anno delle assunzioni di 337 vincitori del concorso Ripam e di 200 stabilizzazioni di LSU, del forte potenziamento della dotazione organica dell'Area riscossione ed entrate a partire dal mese di agosto, della sottoscrizione di un contratto quinquennale con Napoli Servizi, della conferma – in assenza della gara regionale per il trasporto locale – del contributo pari a 54milioni di euro per Anm", conclude la nota della Giunta Comunale partenopea. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagospia: “Stefano De Martino sta con Alessia Marcuzzi. Belen ha un fidanzato napoletano”

  • Il Cristo Velato, il capolavoro del Principe di Sansevero famoso in tutto il mondo

  • Tenta una violenza sessuale in piena piazza Garibaldi: denunciato

  • Incinta, scopre di avere il Coronavirus in ospedale a Nola prima del parto

  • Tarro: "Ci sarà ancora qualche caso di Covid, ma non tornerà nessuna epidemia in autunno"

  • Furto a casa del poliziotto morto. La moglie: “Ci hanno portato via anche i ricordi”

Torna su
NapoliToday è in caricamento