Arpac: Colasanto: “la situazione è pesante”

La commissione Ambiente del Consiglio regionale continua le audizioni sui problemi legati all'Arpac. Sarà inviato un rapporto a Caldoro

La commissione Ambiente del Consiglio regionale della Campania, continua le audizioni sulle problematiche legate all'Arpac, agenzia regionale protezione ambientale Campania, al centro dello scandalo tangenti.
Il presidente Luca Colasanto ( del Pdl ) dopo aver sentito, nelle settimane scorse, il sindacato autonomo e il direttore generale Volpicelli, ha dato attenzione ai rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil. Ad essere presenti, erano i consiglieri regionali Angelo Marino (Mpa) e Antonio Amato (Pd). I rappresentanti sindacali, seppure con sfaccettature diverse, hanno posto l'attenzione sulla necessità di "difendere i livelli occupazionali" e "sull'importanza dell'operato dell'Arpac Campania in materia di controlli ambientali", fornendo i dati complessivi legati all'attività dell'Agenzia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Colasanto ha fatto rilevare che "la pesante situazione dell'Arpac oramai è evidente a tutti, così come risulta dai verbali delle dichiarazioni rese in audizione. E' sicuramente positivo che l'unanimità delle posizioni sia emersa sulla necessità di una radicale modifica dell'organizzazione dell'Agenzia, recuperando costi ed efficienza". Infine, Colasanto ha annunciato che a breve consegnerà "all'assessore all'Ambiente Romano ed al presidente Caldoro un rapporto dettagliato su quanto emerso dalle audizioni e sui dati raccolti dalla Commissione per poi decidere quale sia la strada migliore da intraprendere per far funzionare al meglio l'Arpac".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

  • Rione Sanità, muore per Covid-19 a soli 42 anni: tamponi ai familiari

Torna su
NapoliToday è in caricamento