Edenlandia, confermata la riapertura tra il 20 e il 30 aprile

Si è svolto oggi il sopralluogo della Commissione Ambiente del Consiglio Comunale di Napoli presso il parco dei divertimenti. Il presidente Carmine Schiano, accompagnato dai consiglieri Attanasio e Luongo, ha incontrato l'Amministratore della società New Edenlandia

Si è svolto questa mattina il sopralluogo della Commissione Ambiente del Consiglio Comunale di Napoli presso il parco dei divertimenti Edenlandia. Il presidente Carmine Schiano, accompagnato dai consiglieri Attanasio e Luongo, ha incontrato Ciro Cangiano, Amministratore della società New Edenlandia, che sta lavorando alla ristrutturazione del parco, per fare il punto sui tempi di riapertura al pubblico.

Presente anche una rappresentanza dei lavoratori che ha sollecitato un intervento dell’Amministrazione presso la Sovrintendenza per risolvere le questioni ancora sospese che potrebbero far slittare i tempi di riapertura.

L'ad Cangiano ha spiegato che le modalità di riapertura del parco avverranno secondo tre diverse fasi. La prima, prevista tra il 20 ed il 30 aprile prossimi, riguarderà l’area bambini, immediatamente a ridosso di Porta Piccinato, e ospiterà, oltre a vecchie attrazioni restaurate come la “Giostra degli elefantini”, anche nuove installazioni prodotte con moderne tecnologie 3D.

La seconda fase, prevista per il prossimo mese di giugno, restituirà ai visitatori l’area della “Vecchia America”, in linea con un progetto di forte investimento sulle scenografie e sull’uso di nuove tecnologie per aumentare l’interattività con i visitatori.

La terza fase, più complessa e della quale al momento non è prevista una data certa di fine lavori, riguarda il completamento del “Maniero”, dei “Tronchi” e del “Castello dei fantasmi”, per i quali è richiesto uno sforzo di riqualificazione in più a causa di maggiori difficoltà tecniche.

Il recupero dell’area centrale, confinante con l’ex cinodromo, sembra allo stato più problematica a causa della probabile sua destinazione ad area di parcheggio. Questa ipotesi, già inserita nel masterplan sottoposto alla Soprintendenza, è in questi giorni oggetto di un confronto con l’Assessore alle Infrastrutture, al quale è stata rappresentata la necessità, almeno transitoria, di individuare un’area di sosta per i visitatori del parco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

Torna su
NapoliToday è in caricamento