Consiglio Comunale deserto, Fucito all'attacco: “Colpa della maggioranza”

Il Presidente Alessandro Fucito striglia i suoi dopo la nuova seduta sciolta stamane per mancanza di numero legale

La seduta odierna del Consiglio Comunale di Napoli è stata sciolta per mancanza di numero legale. Situazione che ha generato, com'era prevedibile, una pioggia di polemiche sia dall'opposizione che in seno alla stessa maggioranza.

David Lebro: “Il sindaco metta fine a quest'agonia e si dimetta”

Particolarmente dura è stata infatti la reazione di Alessandro Fucito, Presidente del parlamento cittadino di via Verdi. “Nella qualità di presidente del Consiglio comunale di Napoli – sono infatti le parole di Fucito – prendo atto con preoccupazione della difficoltà a discutere di temi fondamentali per i cittadini quali, oggi, il patrimonio o, settimane fa, i trasporti, dato il venir meno del numero legale”.

“Tale difficoltà risiede innanzitutto – sottolinea ancora Fucito – in una precaria partecipazione della maggioranza. Rivolgo pertanto a tutti i Gruppi un vivo appello a lavorare nell'interesse primario del buon funzionamento del Consiglio esaltando, in Aula, eventuali differenze".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Studenti in piazza: "Dal governo solo tagli e false promesse"

  • Politica

    Fico: "Salvini non può dire quelle cose su de Magistris e sui centri sociali. Mai più inceneritori"

  • Cronaca

    Macabra scoperta al Lago Patria: emerge un cadavere

  • Cronaca

    Inferno sulla Napoli-Salerno, le condizioni dell'operaio ferito

I più letti della settimana

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 12 al 16 novembre 2018

  • "Sarà la più bella del mondo": svelati i dettagli della stazione metro Duomo

  • Metro Mergellina, si lancia contro un treno: muore sul colpo

  • Paura per Carmelo Zappulla, i familiari: "Ci hanno riferito che rischia la vita"

  • Tragedia sull'A1: un morto a Napoli

  • Cercola, cadono calcinacci dal ponte Caravita: "Intervenite subito"

Torna su
NapoliToday è in caricamento