De Magistris: "A Napoli nessuna 'affittopoli'. Non ci sono privilegi"

"Non esistono casi di persone abbienti, ricche, che sfruttano il patrimonio immobiliare del Comune", il commento del primo cittadino che smorza le polemiche degli ultimi giorni

"Oggi a Napoli non c’è nessuna affittopoli, anzi, abbiamo messo in regola tutti gli immobili che erano a gestione delle giunte precedenti". Così il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ai microfoni di Radio 24, ha provato a smorzare le polemiche degli ultimi giorni e chiarito la posizione del Comune.

"Non esistono casi di persone abbienti, ricche, che sfruttano il patrimonio immobiliare del Comune – ha aggiunto il primo cittadino - ma ci sono delle situazioni di necessità, cioè di persone povere con le quali si procede alla regolarizzazione, nel senso che si paga il fitto secondo quanto previsto dalla legge". 

"Per quanto riguarda gli immobili delle associazioni culturali - ha concluso de Magistris - abbiamo previsto non affidamenti diretti, come si faceva nel passato, ma delle procedure che consentono a chi fa attività meritorie sul territorio, di poter avere fortissime agevolazioni. Le case a vista mare? Sono comunque case di edilizia popolare e quindi stiamo procedendo secondo i canoni previsti dalla legge. Non c’è nessun privilegio e nessun abuso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • "E' morto un nonno amorevole e molto conosciuto": nuovo lutto a San Giorgio per Covid-19

Torna su
NapoliToday è in caricamento