Cinture di sicurezza: un obbligo che conviene

Allacciarle è obbligatorio anche sui sedili posteriori e fin dal 2006. Sanzioni dagli 80 ai 323 euro per i trasgressori e meno 5 punti sulla patente se a trasgredire è il conducente. Cosa c'è da sapere (anche sulla leggenda metropolitana della "maglietta di sicurezza" e del suo inventore)

In Italia l'obbligo delle cinture di sicurezza in auto viene introdotto quasi 30 anni fa. E da allora milioni di persone in tutto il mondo sono convinte che gli automobilisti  napoletani per un bel po' siano andati in giro con magliette  bianche con una cintura di sicurezza stampata sopra, per poter trasgredire l'obbligo ingannando i vigili. In molti, provenienti da tutto il mondo, giunti in città hanno cercato - inutilmente - tra bancarelle e mercatini le "magliette di sicurezza" per acquistarle. In realtà si trattava di una delle prime fake news della storia, messa in circolazione dallo psichiatra partenopeo Claudio Ciaravolo per studiare come nascono e come si diffondono le leggende metropolitane e, soprattutto, come si fa a fermarle.  La maglietta di sicurezza è infatti una leggenda metropolitana:  gli automobilisti napoletani, infatti, sanno bene che le cinture di sicurezza, così come gli airbag, sono i principali dispositivi di protezione presenti nell’auto in caso di incidente. 

Le cinture, infatti, trattengono il corpo in caso di urto, evitando non solo l'impatto contro le strutture interne dell’auto ma anche la proiezione fuori dall'abitacolo. Brevettate dal canadese Gustave Desirè Lebeau nel 1903, le più utilizzate nelle nostre auto sono quelle a 3 punti formate da varie parti tra cui:

- cinghie

- riavvolgitore

- ancoraggi

- regolatore in altezza

- pretensionatore, utile a bloccare il corpo dell'occupante sul sedile in posizione corretta in caso d'incidente

Obbligo e multe  Il loro utilizzo è obbligatorio alla guida di qualsiasi autovettura e per tutti gli occupanti del veicolo, anche per i sedili posteriori. I trasgressori, sia i guidatori sia i passeggeri, rischiano una sanzione amministrativa che va dagli 80 ai 323 euro e:

se a viaggiare senza cintura è il conducente, oltre alla multa egli avrà una decurtazione di 5 punti dalla patente;

se il passeggero è minorenne, la multa è a carico del conducente;

se il guidatore è recidivo scatta in automatico la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi;

se il passeggero riporta lesioni per non aver allacciato la cintura di sicurezza, la Cassazione ha stabilito che può ottenere un risarcimento dal guidatore che non ha preteso l’uso della cintura di sicurezza  (sentenza 2531/2019).

Esenzioni cinture di sicurezza Sono esentati dall'obbligo di uso delle cinture di sicurezza alcune categorie: 

- gli appartenenti alle forze di polizia

- i conducenti e gli addetti dei veicoli del servizio antincendio e sanitario in caso di intervento di emergenza

- i conducenti dei veicoli per la raccolta e per il trasporto di rifiuti

- gli appartenenti ai servizi di vigilanza privata, regolarmente riconosciuti, che effettuano scorte

- gli istruttori di guida

- le persone che risultino, sulla base di certificazione rilasciata dall'unità sanitaria locale, affette da patologie particolari o che presentino condizioni fisiche che costituiscono controindicazione specifica all'uso dei dispositivi di ritenuta

- le donne in stato di gravidanza sulla base della certificazione rilasciata dal ginecologo

- i passeggeri dei veicoli autorizzati al trasporto di passeggeri in piedi ed adibiti al trasporto locale e che circolano in zona urbana

- gli appartenenti alle forze armate in situazioni di emergenza

Bambini e cinture di sicurezza Il trasporto dei bambini sui veicoli è regolato dall'art. 172 del Codice della Strada. La norma dispone che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 m siano agganciati ad un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura. L'obbligo cessa quando il bambino compie i 12 anni o quando supera il metro e mezzo di altezza: da quel momento in poi è possibile utilizzare le cinture di sicurezza normali.

Cani:  è possibile trasportare il nostro cane in auto utilizzando un’apposita cintura di sicurezza omologata. Sul mercato ne esistono di diverse taglie, per qualsiasi stazza e  dotate di chiusure universali per adattarsi ad ogni tipologia di veicolo.

Cinture di sicurezza: gli accessori più venduti sul web

Imbottiture per cinture di sicurezza

Cuscino cintura di sicurezza per bambini

Cintura di sicurezza per donne in gravidanza

Supporto testa/cuscino per cintura di sicurezza 

Potrebbe interessarti anche: bambini in auto, come tenerli tranquilli

Potrebbe interessarti

  • "Papà fa caldo": la campagna di sensibilizzazione per l'estate

I più letti della settimana

  • Morta sull'Asse mediano: la vittima è Imma Papa

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 24 al 28 giugno: Diego si mette nei guai

  • Tragico incidente sull'Asse Mediano: morta una donna

  • Muore noto commerciante: il cordoglio sui social

  • Un napoletano conquista All Together Now: Rega vince con Pino Daniele e De Crescenzo

  • Addio alla storica acquaiuola di via dei Tribunali: si è spenta Carmela

Torna su
NapoliToday è in caricamento