Individuate le 3 aree per limitare l'accesso in città dei bus turistici

Circa una ventina i nuovi varchi telematici richiesti dal dispositivo di traffico a regime.

Sono tre le aree individuate dal gruppo di lavoro impegnato a definire le ZTL che limiteranno l’accesso in città dei bus turistici:

  1. in corrispondenza del Centro Antico,
  2. nell’area di Castel Sant’Elmo, al Vomero
  3. Posillipo.

Le tariffe È al vaglio del gruppo di lavoro il disciplinare contenente, tra l’altro, il piano di tariffazione che si baserà sul tipo di veicolo e relative dimensioni, livello di emissioni, fascia oraria e periodo di permanenza.

Le esenzioni Saranno in ogni caso stabilite esenzioni per i mezzi del trasporto pubblico urbano e extraurbano; delle forze dell’ordine; dotati di licenza di noleggio con conducente rilasciata dal Comune di Napoli; bus turistici “Euro 6” a servizio delle scolaresche; servizi di linea autorizzati come ad esempio il Napoli City Sightseeing e i mezzi impiegati da produzioni cinematografiche.

Il nuovo Piano di Traffico entrato in vigore nelle festività natalizie – spiega in un comunicato  il direttore dell’Area Viabilità e Trasporto Pubblico Giuseppe D’Alessio – ha fornito l’occasione per sperimentare il funzionamento della ZTL e si punta ad arrivare preparati ai nuovi flussi turistici attesi per il Maggio dei Monumenti".

Allo stato non sono ancora previsti varchi telematici che, quando il dispositivo entrerà a regime, dovrebbero essere una ventina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Coronavirus, un malore dopo la maratona: test per due lombardi. Negativo uno stabiese

Torna su
NapoliToday è in caricamento