Bicicletta: tutto quello che c'è da sapere al Napoli Bike Festival

Ospiti internazionali, performance spettacolari, musica live, natura, buon cibo e tutte le novità in tema di mobilità "dolce" all'ex base Nato di Bagnoli

Ottava edizione per il Napoli Bike Festival, l’ appuntamento di rilevanza nazionale diretto da Luca Simeoni dedicato alla promozione della cultura della bicicletta e della mobilità “dolce” e sostenibile che da sempre attira a Napoli esperti e appassionati da tutta Italia.

Con la tua bici puoi andare ovunque vuoi” il claim della manifestazione che quest’anno si è tenuta all’ex base Nato di Bagnoli, con i suoi venti ettari di parco verde con vista panoramica su Nisida e Posillipo, per la prima volta interamente percorribile con le bici.

Ad aprire il Festival il #pedaloper, sfilata per le vie della città con soste e musica live, in sinergia con la Fondazione Michele Scarponi.

La festa, con ingresso gratuito, è andata avanti per tutta la giornata, nonostante i capricci del tempo, tra pedalate, natura, buon cibo, cultura, musica e grandi performance come quella di bike trial del campione Marco Lacitignola.

In esposizione per la gioia di appassionati e curiosi bici muscolari, a pedalata assistita, tandem, monopattini, bici pieghevoli, cargo bike, optional, accessori  e pubblicazioni. All'evento, tra gli altri, sono intervenuti l'esperto olandese di mobilità ciclabile Danny van Beusekom e il sindaco Luigi De Magistris. 

Ampio lo spazio dedicato alla scienza, alla cultura e ai bambini con le “macchine a pedali” del laboratorio BiciRIcicli di Traparentesi onlus, l’associazione guidata da Luigi Maria Salerno che nella nostra città è impegnata a contrastare le marginalità sociali e prevenire la fuoriuscita precoce dei ragazzi dal sistema formativo attraverso il coinvolgimento in varie attività (sport, arte, teatro, musica) dei minori in condizione di vulnerabilità socio-economica e relazionale, sia italiani che di origine straniera, dai 5 ai 14 anni: “Ancora oggi oltre il 20 per cento dei minori nella nostra Regione abbandona precocemente la scuola” ha spiegato infatti Luigi Salerno sottolineando la necessità di soluzioni innovative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Tweet su Coronavirus e colera, Borrelli e Simioli: "Abbiamo deciso di denunciare Feltri"

Torna su
NapoliToday è in caricamento