"Se non potete fare a meno di uscire, usate l'auto. E' più sicura": l'appello dell'ACI di Napoli.

L'Aci chiede lo stop a tutti i limiti di circolazione nella nostra città

Se spostarsi è davvero indispensabile, spiega l'Aci di Napoli in un comunicato, allora  "è raccomandabile usare il mezzo privato, per evitare promiscuità e rischi di contagio. Anche questo significa saper fare la scelta migliore per sé e per gli altri".

Il Presidente dell'Automobile Club Napoli, Antonio Coppola, spiega: "In questo momento, contrariamente a quanto abbiamo sempre sostenuto, l'uso del trasporto pubblico non è raccomandabile essendo più pericoloso per la salute propria ed altrui. Quando il peggio sarà passato, torneremo a promuoverlo come modalità prioritaria di spostamento, ma l'emergenza attuale ci impone un orientamento contrario".

L'Aci Napoli ha quindi chiesto alla nostra amministrazione comunale di voler sospendere, per il periodo di emergenza, tutte le limitazioni alla circolazione, come quelle delle Ztl e per le auto ante Euro IV, al fine di favorire l'uso dei veicoli privati da parte di chi è costretto ad uscire di casa e, per tutelarsi, non vuole utilizzare il trasporto pubblico. "Le attuali condizioni consentono di poter adottare tranquillamente un simile provvedimento senza alcuna ripercussione sul piano del traffico e dell'inquinamento".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Napoli usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento