Ondata di calore, il Comune di Napoli dispone servizi per anziani e disabili

Attivata una Centrale operativa sociale operativa 24 ore su 24. Domani le temperature dovrebbero diminuire e cessare l'allerta

Prosegue il picco di caldo, che secondo la Protezione Civile proprio oggi dovrebbe attenuarsi. L'allerta meteo va avanti da 60 ore, ed è bene evitare di esporsi al sole nelle ore più calde. Il Comune di Napoli ha disposto alcuni servizi per le fasce più fragili della popolazione, anziani e disabili in particolare.

Sono state attivate dieci Agenzie di Cittadinanza, una per Municipalità, presidi di welfare territoriale che offrono attività di sostegno, partecipazione, aiuto, solidarietà e condivisione rivolte ad anziani e disabili. Non solo: in caso di emergenza o di richiesta di aiuto, è possibile contattare la Centrale Operativa Sociale al numero 0815627027, un servizio attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette che fornisce attività di front office telefonico; segnalazione delle emergenze sociali e telesoccorso, ossia un supporto per la gestione delle emergenze e degli stati di particolare necessità di persone anziane e non autosufficienti, invalide e di tutte le fasce fragili in generale.

Protezione Civile: ecco da quando caleranno le temperature

Potrebbe interessarti

  • Tartarughe d'acqua: fuorilegge dal 31 agosto

  • Filumena Marturano è veramente esistita e abitava in Vico San Liborio

  • Napoli e le isole viste dallo Spazio: la foto mozzafiato

  • Smettere di fumare: tutti possono farlo. Ecco come

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Mezze maniche cremose ai pistacchi: primo velocissimo e goloso

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

  • ANTEPRIMA - Don Balon: "Il Real offre al Napoli Nacho e James per Koulibaly"

Torna su
NapoliToday è in caricamento