Residenti campani contro Facebook: i motivi della class action

Possono partecipare alla class action promossa dal Codacons tutti i cittadini campani che hanno scaricato l'applicazione 'thisisyourdigitallife' negli ultimi anni. Si chiede un risarcimento dei danni per improprio utilizzo dei dati

Dopo la Procura di Roma anche l’Antitrust accoglie l’esposto del Codacons e apre oggi una istruttoria su Facebook per verificare eventuali pratiche commerciali scorrette. Si fa così sempre più forte e fondata la class action che il Codacons ha deciso di lanciare negli Usa contro Facebook in favore dei cittadini i cui dati sensibili siano stati utilizzati in violazione delle norme vigenti. Per tale motivo l’associazione lancia oggi un appello agli iscritti Facebook della Campania: tutti coloro che hanno scaricato l’applicazionethisisyourdigitallife(che raccoglieva i dati degli utenti poi utilizzati da Cambridge Analytica) possono partecipare alla class action del Codacons promossa negli Stati Uniti, tesa a far ottenere ai cittadini il risarcimento del danno per illecito utilizzo dei propri dati personali.

Potrebbe interessarti

  • Ragno violino: come difendersi e cosa fare in caso di morso

  • Cardarelli: presto visite ed esami si prenoteranno nella farmacia vicino casa

  • Come eliminare la puzza dal tuo bidone della spazzatura

  • Pelle secca: quali sono i rimedi più efficaci

I più letti della settimana

  • Lancia la figlia dal 2° piano e si butta giù: morta sul colpo la bimba di 16 mesi

  • Fuorigrotta, tragico incidente stradale: muore una 15enne

  • Caos in via Rosaroll, aggressione e spari: feriti due poliziotti e un cane

  • Addio Paolo: è lui il 26enne rimasto ucciso in un incidente lungo via Marina

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 15 al 19 luglio 2019

  • Dramma in via Marina, scooter contro auto: muore 26enne

Torna su
NapoliToday è in caricamento