L'Amica Geniale, la seconda serie sarà basata su "Storia del nuovo cognome"

L'annuncio di HBO e Rai

HBO e RAI confermano la seconda stagione de L'Amica Geniale. Ad annunciarlo sono stati Casey Bloys, presidente di HBO Programming e Fabrizo Salini, AD della Rai.

La prima stagione della serie da otto episodi è stata tratta dall'omonimo bestseller di Elena Ferrante, primo volume della saga in quattro parti pubblicata negli Stati Uniti da Europa Editions e in Italia da Edizioni E/O. La seconda stagione sarà basata su "Storia del nuovo cognome", il secondo libro della quadrilogia della Ferrante.

"Siamo entusiasti che la storia epica di Elena Ferrante abbia avuto un'eco così potente tra il pubblico e la critica e non vediamo l'ora di continuare il viaggio di Elena e Lila", ha affermato Bloys.

"Lo straordinario successo de L'Amica Geniale rappresenta per la Rai motivo di profondo orgoglio. E’ un traguardo importante che conferma la scelta di puntare su coproduzioni internazionali valorizzando al tempo stesso il talento italiano", ha affermato Salini.

Lorenzo Mieli, CEO di Wildside e produttore esecutivo della serie, insieme a Mario Gianani e Domenico Procacci, ha aggiunto: "Siamo profondamente orgogliosi che questa storia continuerà a catturare il pubblico di tutto il mondo. E ancora più orgogliosi che questo risultato sia stato raggiunto grazie alla creatività, alla visionarietà, alla passione e al talento di uno straordinario gruppo di professionisti italiani, guidati da Saverio Costanzo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prove d'evacuazione dei Campi Flegrei, un milione di telefoni squilleranno in contemporanea

  • Allerta meteo su Napoli, parchi cittadini chiusi il 16 ottobre

  • Volo Napoli-Torino, atterraggio d'emergenza a Genova

  • Temporali in arrivo su Napoli e Campania: allerta meteo della Protezione Civile

  • Eruzione Campi Flegrei, simulata l'evacuazione anche a Napoli

  • Folle fuga in tangenziale dopo aver rubato un'auto: travolgono le auto incolonnate nel traffico

Torna su
NapoliToday è in caricamento