Come sapere se sei a rischio CoVid-19

L'importanza dello stato di salute del nostro sistema immunitario nella battaglia contro il coronavirus spiegata dal Prof. Corrado Perricone. Scoperto in Olanda il primo anticorpo monoclonare anti-CoVid 19

Per affrontare il Covid 19 innanzitutto è necessario conoscere e valutare lo stato del sistema immunitario. Il check è possibile attraverso la tipizzazione linfocitaria. Ce lo spiega il Prof. Corrado Perricone, già docente di Ematologia presso la SUN, già direttore della Struttura Complessa di Immunoematologia dell’Azienda di Rilievo Nazionale Santobono Pausilipon e già componente del Consiglio Superiore della Sanità

1. La tipizzazione linfocitaria

Si tratta di un esame di notevolissima importanza per verificare lo stato funzionale del sistema immunitario.  I linfociti sono suddivisi in diverse popolazioni a seconda dell’antigene presente sulla membrana cellulare. I linfociti coinvolti nell’equilibrio immunitario sono:

Linfociti B (CD19+); hanno come funzione principale quella di produrre gli anticorpi.

Linfociti T totali (CD3+); esprimono sulla superficie di membrana l’antigene CD3. Giocano un ruolo fondamentale nella cosiddetta immunità cellulo-mediata.

Linfociti T helper (CD4); aiutano (per questo è detto helper) i linfociti B a produrre anticorpi.

Linfociti T suppressor (CD8); svolgono un’azione di soppressione della risposta immunitaria in contrapposizione all’azione dei linfociti CD4 che invece la stimolano (ciò contribuisce all’equilibrio del sistema immunitario).

Cellule Natural Killer (CD16+ CD56+ ) sono una sottopopolazione linfocitaria particolarmente importante per il riconoscimento e la distruzione di cellule patologiche infette da virus.

Morfologicamente i linfociti sono indistinguibili tra di loro, ma utilizzando degli anticorpi specifici diretti verso i vari marker di membrana è possibile differenziare le diverse sottopopolazioni linfocitarie.

Il metodo per effettuare il test della tipizzazione linfocitaria è rappresentato dalla citofluorimetria. Variazioni nel numero assoluto o relativo dei linfociti T, B e Natural Killer (NK) caratterizzano le diverse immunodeficienze.

Come effettuare il test: Per effettuare il test è necessario sottoporsi a un semplice prelievo di sangue.

Quando ci si deve preoccupare:

• Qualora la quantità dei linfociti T suppressor ( CD8) risulti superiore alla quantità dei linfociti T Helper (CD4),

• Qualora i linfociti B (CD 19 ) siano diminuiti

2. Immunità passiva

Grazie all’arrivo dai laboratori di ricerca olandese, tra breve sarà possibile praticare un’ immunizzazione come presidio terapeutico. Il METODO è quello della cosiddetta immunità passiva, i ricercatori in Olanda hanno indentificato il primo anticorpo monoclonale in grado di sconfiggere la malattia causata da covid 19.

L’ anticorpo 47D11 è già stato individuato come anticorpo neutralizzante, ovvero con una già accertata capacità di poter aggredire il virus. L’anticorpo 47D11 si lega ad un epitopo (parte del virus riconoscibile dal sistema immunitario) l’anticorpo aderisce al virus in modo specifico attaccando gli spices che si trovano attorno alla molecola virale. Sono proprio gli Spices che attaccandosi alle mucose sono i primi colpevoli del collasso dei polmoni che è stata causa di innumerevoli decessi finora avvenuti in Italia. Gli anticorpi neutralizzanti, alterano il decorso dell’infezione arrivando a debellare il virus.

Chi sottoporre alla tipizzazione linfocitaria e all’immunità passiva?

Il personale sanitario esposto direttamente al rischio di contagio

• Il Contagiato

3. Cosa fare finché non saranno a punto vaccino e terapia

 • EVITARE, SE NON VERAMENTE NECESSARIO, TEMPORANEAMENTE LE VACCINAZIONI IN QUANTO LE NOSTRE DIFESE SONO ORIENTATE A PRODURRE ANTICORPI SPECIFICI;

• EVITARE, SE NON ASSOLUTAMENTE INDISPENSABILE, LA TERAPIA CORTISONICA CHE HA UN’AZIONE IMMUNOSOPPRESSIVA;

• SI SUGGERISCE DI ASSUMERE UN ADEGUATO SUPPORTO VITAMINICO (Vit A, Vit B12, Vit C, Vit E), E DI MINERALI (SELENIO E ZINCO) PER LA LORO ATTIVITA’ IMMUNOSTIMOLANTE.

Con il supporto della tipizzazione linfocitaria e l’immunizzazione passiva sarà possibile a breve tempo fermare la pandemia. Tutto ciò in attesa del vaccino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

perricone-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

Torna su
NapoliToday è in caricamento