Coronavirus: dagli scienziati del CNR la ricetta del disinfettante che annienta il virus

Agisce in 1 minuto e si può preparare in casa

Sulle superfici impermeabili, come quelle di cucina e bagno, disattivano il Coronavirus 2019-nCoV in 1 minuto: sono i super-disinfettanti individuati dal ricercatore del Cnr Matteo Guidotti dell'Istituto di scienze e tecnologie chimiche "Giulio Natta" (Scitec) del Cnr di Milano.

I superdisinfettanti "Ci sono alcuni disinfettanti facilmente reperibili in casa e che sono in grado di inattivare il nuovo coronavirus 2019-nCoV in 1 minuto" ha spiegato all'Adnkronos il ricercatore, chiarendo subito: che questi preparati non possono e non devono essere usati sul corpo, ovvero sulla cute.

Sono ben tre le preparazioni, tutte dall'efficacia scientificamente confermata e dimostrata, che possono essere realizzate in casa: eccole

La ricetta per realizzare i disinfettanti anti-coronavirus sono necessari etanolo (ovvero alcol etilico) al 70%, perossido di idrogeno (cioè acqua ossigenata) allo 0,5% o ipoclorito di sodio (ovvero la comune candeggina o varechina) allo 0,1% e acqua di rubinetto, necessaria ad abbassare l'eccessiva concentrazione dei prodotti casalinghi.

Soluzione 1): 0.4 Litri di alcol denaturato (rosa) al 90% (circa 2 bicchieri di plastica colmi) e semplice acqua del rubinetto fino ad un totale di mezzo litro.

Soluzione 2): 0.1 Litro pari a circa metà bicchiere di plastica di acqua ossigenata per medicazione al 3% (10 volumi)e acqua di rubinetto fino ad arrivare a mezzo litro di soluzione disinfettante.

Soluzione 3): 10 ml di candeggina da bucato al 5% (circa un cucchiaio da minestra) con aggiunta di acqua di rubinetto fino ad arrivare a mezzo litro.

Guidotti ha spiegato, ancora all'Adnkronos, che altri disinfettanti, a base di altre sostanze, si sono dimostrati meno efficaci e anche che "un'adeguata disinfezione delle superfici come maniglie, pulsanti, tavoli o ripiani e dei dispositivi di protezione impermeabili come guanti, stivali o simili, può rivelarsi efficace nel contenere e prevenire la diffusione del virus patogeno nell'ambiente".

Attenzione: i disinfettanti nel tempo perdono efficacia.

In particolare, le soluzioni a base di candeggina o di acqua ossigenata vanno preparate ogni giorno (durano quindi circa 24 ore).

Quella a base di alcol etilico, invece, dura anche una settimana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ovviamente vanno conservate lontano dalla portata dei bambini e ben chiuse in un contenitore che non possa essere inavvertitamente confuso con quello di altri liquidi come acqua, vino o simili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento