Smettere di fumare: tutti possono farlo. Ecco come

La guida definitiva per chi non vuole più dipendere dalle sigarette

Dire addio alle sigarette è possibile e alla portata di tutti. Soprattutto, vale la pena provare: i medici hanno calcolato, infatti, che con la semplice abolizione delle sigarette al mondo ci sarebbero circa 6 milioni di morti in meno ogni anno, dai 70mila agli 83mila soltanto nel nostro Paese.

1 italiano su 5 fuma L'ultimo rapporto sul fumo in Italia presentato dall’Istituto superiore di sanità rivela che in Italia ci sono 11,6 milioni di fumatori. Vuol dire che nel nostro Paese fuma più di una persona su cinque.

Fumano giovani e sportivi L’abitudine al fumo è in crescita soprattutto tra i giovani e tra i forti fumatori “under venti” gli sportivi sono la percentuale più alta.

E-cig e tabacco riscaldato nella maggior parte dei casi si consumano insieme alle sigarette tradizionali e il 5% di chi usa le sigarette elettroniche non ha mai fumato prima.

Smettere di fumare da soli è possibile: i più recenti dati ISTAT attestano che il 90% degli ex fumatori ha smesso senza bisogno di aiuto, semplicemente provando e riprovando.

Ecco dunque la nostra guida con i consigli e i suggerimenti più efficaci vincere la difficile, ma fondamentale sfida contro la dipendenza da sigarette.

Smettere di fumare: 4 cose importanti da ricordare

  1. Le più difficili da superare sono le prime 24 ore dall’ultima sigaretta.
  2. I sintomi dell’astinenza sono più intensi nei primi 4 giorni.
  3. Il desiderio impellente di sigaretta dura solo pochi minuti: quindi è sufficiente distrarsi.
  4. Le ricadute fanno parte del percorso di cambiamento e non devono scoraggiare, anzi sono utili per conoscere ed affrontare meglio i momenti critici.

Trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Scegli il momento giusto: non provare a smettere quando capita, ma aspetta di essere in una situazione di stress emotivo ridotto, tenendo conto degli impegni lavorativi e sociali. Le vacanze, ad esempio, sono un momento ideale per decidere di smettere di fumare.
  • Individua i motivi per cui vuoi smettere di fumare e fa' una lista scritta da mettere in bella vista e rileggere nei momenti più difficili: ti aiuterà a non perdere la motivazione.
  • Individua i motivi che ti spingono a fumare: la voglia di accendere una sigaretta non è costante  e può essere indotta da persone, luoghi o situazioni. È quindi importante cercare di capire quali sono le situazioni che ti inducono a fumare. Nei primi tempi sarà bene cercare di evitarle del tutto. Quindi, una volta individuate e razionalizzate, sarà semplice trovare un modo diverso dal fumo per gestirle.
  • Contrasta l’astinenza: la nicotina è responsabile della dipendenza da sigarette ma è anche una sostanza idrosolubile. Bevendo almeno due litri d’acqua al giorno, non solo depurerai più rapidamente l’organismo ma ridurrai i sintomi dell'astinenza. Evita poi i sapori forti: i gusti molto accentuati, come gli alcolici, il caffè, i cibi speziati e quelli piccanti stimolano infatti il desiderio di fumare.
  • Cambia le abitudini: ogni fumatore ha dei momenti della giornata strettamente collegati al fumo, come ad esempio dopo il caffè. Interrompi la routine che inconsciamente ti porta ad accendere la sigaretta.
  • Distraiti: la voglia di fumare in genere dura dai 5 ai 10 minuti al massimo. Se si accende il desiderio di fumo, fa' una passeggiata, chiacchiera con qualcuno, mastica una gomma o una caramella senza zucchero. Elimina poi qualsiasi oggetto che in qualche modo possa ricordarti il fumo, a partire da posacenere ed eventuali pacchetti rimasti a disposizione. Rinfresca gli ambienti domestici con un profumatore, un brucia essenze o un bel mazzo di fiori.
  • Parla con amici e parenti: smettere di fumare è un momento importante per la tua salute come per quella dei tuoi cari. Rendili partecipi del tuo obiettivo, delle difficoltà che incontri e chiedi aiuto quanto ti senti insicuro. Chi ti vuole bene ti aiuterà a superare i momenti difficili.
  • Premiati quando raggiungi un obiettivo: smettere di fumare non è facile, quindi sii orgoglioso dei traguardi raggiunti! Festeggia il primo giorno senza fumo, la prima settimana e il primo mese. Pianifica in anticipo i traguardi da raggiungere e i premi, come una bella serata al cinema (dove, guarda caso, è vietato fumare!).

Non vuoi fare tutto da solo? Ecco a chi ti puoi rivolgere

Smettere di fumare è difficile, soprattutto nelle prime settimane, quindi è più che normale volere un aiuto. Oltretutto, la scienza ha dimostrato che maggiore è il supporto che si riceve, più è alta la probabilità di smettere di fumare in modo definitivo.

Ti puoi rivolgere a:

  • medico di famiglia
  • Centri Anti Fumo (CAF);

e utilizzare

  • app per smettere di fumare (aiutano a prepararsi, a rimanere saldi nella decisione e a monitorare i progressi raggiunti);
  • farmaci: la terapia con i sostitutivi della nicotina, come il Bupropione, la Vareniclina e la Citisina, aiuta i fumatori a smettere e ad alleviare i sintomi di astinenza. Se usi un farmaco per smettere di fumare o un prodotto sostitutivo delle sigarette, come cerotti, chewing-gum o pastiglie, cerca di tenerli sempre a portata di mano;
  • sostegno psicologico: che siano operatori specializzati, un medico o linee telefoniche dedicate, questo tipo di aiuto rafforza decisione e proprie motivazioni;
  • gruppi di aiuto: grazie alla condivisione dei problemi e delle motivazioni, le terapie di gruppo possono essere un aiuto molto valido.

NB: la nicotina è un anoressizzante. Smettendo di fumare, è possibile un aumento di peso per uanto non superiore ai due o tre chili. Inoltre non tutti ingrassano. Se comunque non vuoi rischiare sarà sufficiente cambiare gradualmente le abitudini alimentari consumando 3 pasti leggeri e due spuntini sani al giorno, aumentando l’attività fisica e bevendo molti liquidi.

Potrebbe interessarti

  • "Arrassusia!": quando i napoletani veraci usano questo scongiuro

  • "Tengo 'e lappese a quadriglie!": cosa significa e da dove viene quest'espressione

  • "Si' propeto 'na céuza" vuol dire che...

  • Sabbia in casa: come liberarsene

I più letti della settimana

  • Calciomercato Napoli 2019-2020: trattative, acquisti e cessioni

  • Rissa nel Vasto, "grida disumane". Un quarantenne finisce in ospedale

  • Tragedia in Kenya: napoletano muore durante il viaggio di nozze

  • Amichevole in famiglia in casa Juve, cori contro i napoletani: Sarri fa finta di nulla

  • Tragedia all'isola d'Elba: napoletano trovato morto nella casa in cui era in vacanza

  • Tony Colombo, attacco da Borrelli: "Senza casco e sul marciapiede, esempio di inciviltà"

Torna su
NapoliToday è in caricamento