Prenotare la casa per le vacanze on-line: come evitare le truffe

Cercare e prenotare la casa per le vacanze on-line è ormai un'abitudine diffusa: ecco a cosa stare attenti

Ormai anche la casa per le vacanze si cerca, trova, prenota e paga on-line. La truffa però è sempre in agguato. Ecco a cosa prestare attenzione prima di fare qualsiasi pagamento:

Il prezzo:

E’ il mercato a dettare legge in fatto di prezzi. Un costo al di sotto della media di stagione o della meta scelta è un campanello d’allarme Nella truffa vacanze il phising si fa innanzitutto con annunci che propongono prezzi  particolarmente bassi

La fotografia

Normalmente chi propone in locazione soluzioni economiche per vacanze familiari non paga un fotografo professionista per le immagini da pubblicare. Fotografie particolarmente belle devono far riflettere. Con l’aiuto di Google, grazie alla sua funzione di ricerca inversa delle immagini, è possibile controllare rapidamente se l’immagine della casa o del villaggio vacanze è stata scaricata dal web e da quale indirizzo.. In ogni caso contattate il proprietario e chiedete foto fatte con il cellulare di particolari (come una lavastoviglie o il ripostiglio) e iniziate a preoccuparvi se tergiversa o prende molto tempo

Le informazioni

Gli annunci contengono una serie di informazioni che possono essere controllate on-line. Digitare nell’apposito motore di ricerca di Google

  • il nome del proprietario, ad esempio, vi consentirà di verificare le sue tracce digitali (ad esempio se è attivo nei social, l’aspetto, la professione)
  • l’indirizzo, grazie a Google maps, vi mostrerà se l’immobile o l’hotel si trova davvero nel luogo indicato

La prenotazione e il pagamento

Meglio diffidare se

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • l’Iban o il conto corrente del proprietario risultano all’estero (il Paese è indicato dalle prime due lettere: IT = Italia)
  • il proprietario vi propone di effettuare la prenotazione via mail o fax: preferite sempre i portali di prenotazione on-line che forniscono garanzie contro le truffe.
  • il proprietario vi chiede di pagare con carte prepagate o attraverso money transfer o, peggio, per contanti: solo il bonifico bancario o la carta di credito consentono, in caso di necessità, di tracciare la transazione Il
  • il proprietario vi dà fretta dicendo che – per qualsivoglia motivo - la transazione deve essere chiusa subito

Prima di pagare:

  • anche se complicato, è sempre preferibile recarsi sul posto e guardare da vicino
  • non fornire dati personali che non siano strettamente necessari alla transazione
  • non inviare copia di documenti personali che potrebbero essere utilizzati in maniera inappropriata 
  • anche se non obbligatorio per locazioni inferiori ai 30 giorni, è preferibile chiedere la stipula di un contratto che riporti tutti i dati del proprietario
  • non versare l’intero canone prima che vi siano consegnate le chiavi e abbiate preso possesso dell’immobile: l’acconto o la caparra, in genere, vanno calcolati in misura del 10-15% del totale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

Torna su
NapoliToday è in caricamento