Marmo a casa: tutti i segreti per smacchiarlo e mantenerlo lucido

Le ricette e gli ingredienti contro i diversi tipi di sporco e macchie

Il marmo è un prodotto meraviglioso per pavimentazioni e rivestimenti di qualsiasi ambiente della casa, dal salone a bagno e cucina, ingresso ed esterni.

In grado di conferire luminosità ed eleganza, come anche il granito e tutte le pietre naturali, richiede però molta cura e, soprattutto, prevenzione. Le superfici in pietre naturali, anche se trattate, vengono infatti  facilmente intaccate dal contatto con diverse sostanze come:

  • aceto 
  • limone e agrumi in genere - acido citrico (contenuto spesso in succhi e bibite)
  • coca cola
  • prodotti chimici a base acida di qualsiasi tipo 
  • anche yogurt, pomodoro e cipolla, se restano a contatto, possono corrodere la superficie.
  • sostanze alimentari con un’azione decisamente colorante, come ad esempio the, caffè o curry, vero e proprio must per chi ama la cucina etnica, tendono poi a lasciare macchie e aloni persistenti.

Per rimediare:

Sostanze acide: In caso di contatto, è necessario asciugare rapidamente la sostanza acida con carta assorbente e procedere a lavare la zona con una "pappetta" fatta con

  1. 2 cucchiai di bicarbonato che, essendo un prodotto alcalino, non corrode. Oltre a detergere e sgrassare senza graffiare, il bicarbonato è un prodotto a uso alimentare e quindi privo di residui nocivi: è quindi ideale per le superfici della cucina
  2. 2 cucchiai di sapone di Marsiglia, in scaglie o da grattugiare con una comune grattugia a mano
  3. acqua quanto basta ad avere una consistenza morbida (tipo purea)

La pappetta va applicata direttamente sulla superficie e poi lasciata agire per qualche secondo prima di essere rimossa. L’operazione non può risolvere il problema della corrosione, ma evita che le sostanze acide scendano in profondità danneggiando gli strati più interni del marmo e rendendo quindi la macchia particolarmente visibile. Quando la superficie è corrosa, è preferibile sempre passare la cera, che potrà poi essere lucidata con l'apposito apparecchio o con un panno di lana.

Olio: L’Olio scivola attraverso le porosità del marmo, arrivando in profondità. Per evitare che si formi una macchia persistente, è necessario asciugare immediatamente con carta assorbente.  Subito dopo bisognerà bagnare la macchia con acqua e quindi applicarvi abbondante fecola di patate o, in alternativa, sale fino o bicarbonato, avendo cura che la polvere sia bagnata alla base e asciutta nella parte superficiale. In base alle dimensioni della macchia, si dovrà coprire tutto con un bicchiere o una tazza o, anche, un foglio di alluminio, avendo cura di sigillarne i bordi con un po’ di nastro-carta. L’impacco dovrà agire per almeno 24/48 ore perché, in questo modo, la polvere attirerà a sé l’olio e farà sparire la macchia. Si potrà quindi procedere a lavare con una soluzione da preparare in questo modo: 

  1. Fase: sciogliere in mezzo litro di acqua acqua molto calda 4 cucchiai di sapone di Marsiglia grattugiato
  2. Fase: aspettare che la soluzione sia raffreddata, quindi aggiungere 30 ml di ammoniaca.

La soluzione andrà applicata sulla macchia indossando guanti, monouso o da cucina, e una spugna morbida e lasciata agire qualche minuto per poi risciacquare e asciugare

Vino e macchie in genere: si opera come per l’olio. Per eliminare eventuali aloni particolarmente persistenti serviranno molta pazienza e tanta acqua calda: bisognerà lavare diverse volte la superficie bagnando molto la zona. Dopo qualche tempo, finalmente, l’alone finalmente sparirà.

Sporco per pulire il marmo e mantenerlo sempre lucido, è preferibile non utilizzare la candeggina che, con il tempo, tende a ingiallire. Ideale invece una soluzione preparata con

  1. 2 cucchiai di bicarbonato
  2. 2 cucchiai di sapone di Marsiglia, in scaglie o sminuzzato con una comune grattugia a mano
  3. 2 litri acqua calda
  4. 150 ml alcol che consente di preservare la lucidatura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Feltri sul Coronavirus: "Invidio i napoletani hanno avuto solo il colera"

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento