Stoffe e tessuti: quanto ne sai?

Crépe, chinz, chinè, georgette, gros grain, viscosa... il cucito in 50 parole. Le conosci tutte?

Nomi e caratteristiche dei tessuti nel secolo scorso si imparavano andando nelle boutique o al mercato con le nonne, le zie o le mamme. Per avere il vestito perfetto in ogni occasione, come i tessuti giusti per l'arredamento, impensabile non saper distinguere lo chiffon dal georgette o lo shantung dal chinè. Ecco le 50 parole del vocabolario di base per parlare di vestiti o biancheria per la casa con cognizione di causa:   

  1. Alamaro: allacciatura realizzata con cotone, seta, pelle o cordoncino chiuso a cappio a formare un occhiello, in cui deve essere fatto passare un bottone.
  2. Alcantara: materiale sintetico che imita la pelle di daino.
  3. Altezza: misura della distanza tra le cimose di una pezza di stoffa.
  4. Agoraio: custodia per aghi.
  5. Asola: occhiello in cui far passare il bottone
  6. Batista: tessuto molto fine, trasparente e leggero, in lino
  7. Bisso: tessuto in  seta  
  8. Broccato: tessuto in seta, pesante, da tappezzeria.
  9. Cartamodello: sagoma fatta in carta, usata come base per realizzare un abito.
  10. Cavallo: parte dei vestiti situata al punto di congiunzione delle gambe con il tronco.
  11. Chiffon: stoffa molto leggera, a velo trasparente
  12. Chiné: tessuto di seta, caratterizzato da disegni dai contorni sfumati ottenuti con la colorazione dell'ordito prima della tessitura anziché con la stampa sul tessuto.
  13. Chintz: robusto tessuto di cotone, ad armatura tela o raso è caratterizzato dai colori vivaci e dalla mano lucida, ottenuta con una forte calandratura.
  14. Cimosa: bordo non tagliato di una pezza di tessuto.
  15. Crêpe: filato o tessuto dall’aspetto increspato.
  16. Crêpe satin: tessuto morbido, rasato, lucido sul diritto e opaco sul rovescio.
  17. Cretonne: tessuto in tela
  18. Damasco: tessuto monocolore con disegni stilizzati o floreali ad effetto di lucido-opaco, con base in seta
  19. Doeskin: tessuto ad imitazione della pelle di daino.
  20. Écru: filati o tessuti di colore naturale
  21. Feltro: stoffa non tessuta realizzata in pelo animale con un particolare procedimento.
  22. Fiandra: pregiato tessuto operato monocolore con disegni in lucido-opaco usato per tovagliato.
  23. Filet: è un tipo di merletto o pizzo a quadrettatura.
  24. Flanella: tessuto leggero, morbido, caldo
  25. Fustagno: tessuto robusto a tinta unita.
  26. Gabardina: tessuto in filato pettinato in tinta unita, per impermeabili.
  27. Georgette: tessuto estremamente leggero e sottile
  28. Gros grain: tessuto in tinta unita con sottili rigature orizzontali.
  29. Imbastitura: cucitura provvisoria  
  30. Macramè: merletti tipici della Liguria, ottenuti con legature e intrecci.
  31. Martingala: mezza cintura usata in genere per soprabiti o, anche, vestiti da donna.
  32. Mussola: tessuto molto leggero e a trama molto rada, simile alla garza da medicazione.
  33. Nido d'ape: tessuto a tre dimensioni, con reticolo a rilievo
  34. Organza: tessuto sottile e trasparente, realizzato con filato di seta ritorto.
  35. Oxford: tessuto per camicie con fili d'ordito colorati e fili di trama bianchi.
  36. Panno lenci: stoffa colorata, morbida, resistente non tessuta.
  37. Pied de poule: tessuto con disegno a zampa di gallina, bianco e nero.
  38. Pince (pronuncia pèns): piega cucita, fatta nei punti di un vestito per modellarlo sulla forma del corpo.
  39. Piqué: tessuto di cotone con motivi in rilievo, generalmente bianco.
  40. Popeline: leggero tessuto di cotone per camicie.
  41. Rocchetto: supporto su cui si avvolge il filo per cucire
  42. Saia o twill: tessuto caratterizzato dalla diagonale.
  43. Shantung: tessuto di seta di colore unico, caratterizzato da una superficie ruvida, dall'aspetto grezzo.
  44. Spighetta: striscia di tessuto a lisca di pesce per rifinire orli, scolli o per decorazione.
  45. Taffetà: tessuto di seta lucida e frusciante.
  46. Tartan: disegno dei tessuti in lana delle Highland scozzesi. Il kilt è realizzato in tartan.
  47. Tweed: tessuto in lana originario della Scozia
  48. Velcro: particolare tipo di chiusura realizzato con due strisce di stoffa plastificata, di cui una ad uncini  
  49. Velour: filato in cui sono inseriti pezzettini di filato peloso che danno un effetto velluto o tessuto con superficie vellutata.
  50. Viscosa: tessuto in cellulosa, lucido, che imita la morbidezza delle fibre pregiate (un tempo era chiamata anche seta artificiale
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

Torna su
NapoliToday è in caricamento