Addobbi di Natale: cosa evitare

A Natale aumenta il numero degli incendi in casa. Ecco come comportarsi per non correre rischi

Come da tradizione, con l'arrivo di dicembre, in casa è tempo di addobbi natalizi: lucighirlande, festoni e albero o presepe.

Spesso, però, la voglia di atmosfera natalizia unita a un po' di distrazione o superficialità espone a pericoli molto seri.  In base alle statistiche dei Vigili del Fuoco, infatti, è proprio nel periodo natalizio che si registra un consistente aumento degli incendi in casa: le fiamme in genere si propagano da catene luminose non a norma, festoni troppo vicini a fonti di calore come i camini, candele posizionate in prossimità di tendaggi o materiali non ignifughi.

Ecco dunque il decalogo elaborato dai Vigili del Fuoco per evitare di mandare in fumo la casa e, soprattutto, per non trasformare un momento di festa in una tragedia:  

Albero

se avete scelto l'albero artificiale, assicuratevi che sia del tipo "autoestinguente" (ignifugo o non infiammabile). La dicitura deve essere riportata sulla confezione o nelle istruzioni allegate. Dopo il montaggio assicuratevi della sua stabilità  (meglio un piedistallo grande che piccolo) e se in casa ci sono   bambini  o animali domestici, legate l'albero ad un mobile  molto stabile e di peso sufficiente a fare da "ancora".

se invece il vostro è un albero naturale, al momento dell'acquisto, verificate che sia fresco: gli aghi devono essere di un bel colore verde intenso e non staccarsi facilmente. Un albero secco, infatti, può bruciare completamente nell'arco di 20-30 secondi, con effetti disastrosi. Prima di addobbarlo, controllate bene la stabilità dell'albero e non dimenticatei di innaffiarlo periodicamente per evitare che muoia e secchi.

Artificiale o naturale, posizionate sempre l'albero di natale lontano da materiali infiammabili come, ad esempio, tende, tovaglie (in particolare sintetiche), imbottiture, poster o quadri.

Se in casa ci sono bambini piccoli, ricordate di posizionare eventuali decorazioni di vetro abbastanza in alto da non poter essere raggiunte: le schegge di una pallina di Natale andata in frantumi possono provocare tagli ma anche gravi conseguenze a volto ed occhi. Attenzione anche agli addobbi troppo piccoli o con parti che si staccano, perché i bambini potrebbero portarli alla bocca rischiando il soffocamento. 

Addobbi e luci

  • Evitate di utilizzare candele: si tratta di fiamme vive  
  • Attenzione ad utilizzare solo catene luminose con il Marchio CE, meglio ancora se anche con il marchio di sicurezza di un organismo di certificazione volontario tipo IMQTÜVGSecc..
  • Preferite le catene luminose alimentate da un trasformatore: in questo modo si evitano possibili e pericolosi surriscaldamenti delle luci.
  • Non improvvisatevi elettricisti. Non "sovraccaricare le prese" ma preferite le cosiddette "ciabatte elettriche", come per le luci da scegliere tra quelle con Marchio CE e meglio ancora se anche con il marchio di sicurezza di un organismo di certificazione volontario tipo IMQTÜVGSecc..
  • Non lasciate le catene luminose, l'albero, o qualsiasi altro addobbo a funzionamento elettrico, acceso quando andate a dormire o se uscite di casa.
  • Utilizzate per l'esterno solo catene luminose specifiche e a bassa tensione (12 o 24 Volts), cioè alimentate da un trasformatore. Controllate che sulla confezione o nelle istruzioni allegate sia espressamente riportata la possibilità di utilizzo in esterno.
  • Leggete sempre tutte le avvertenze dei componenti elettrici che utilizzate.
  • Evitate sempre di collocare e nascondere prese, fili e trasformatori dietro carta, regali o - peggio ancora - tendetappeti o cuscini.

Addobbi online sicuri

Albero di Natale ignifugo

Catena luminosa solare

Catena luminosa

Palline infrangibili

Decorazioni stoffa

Multipresa

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Se ne va uno stimato professionista": San Giorgio piange il quarto decesso per Coronavirus

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

  • Pepe Reina: "Ho avuto il Coronavirus. E' come essere travolti da un camion"

  • Napoli senza smog con il lockdown: l'aria pulita riduce anche la potenza del Coronavirus

  • Lutto in Prefettura, muore 65enne nel giorno del suo compleanno

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

Torna su
NapoliToday è in caricamento