Un progetto per salvare gli animali dagli incendi

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

A Somma Vesuviana, i primi risultati del Programma Fire Risk Assessment Campania. “Nel 2017, sono andati bruciati più di 1000 ettari di territorio all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio. La fauna è rimasta, purtroppo duramente colpita. Questi sono solo alcuni dei primi risultati di un anno di attività del progetto Fire Risk Assessment Campania”. Lo ha affermato Luigi Esposito, Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali dell’Università Federico II di Napoli e Direttore Area Formazione, Informazione e Ricerca Applicata del Centro Regionale di Riferimento Veterinario (CeRVEnE), illustrando il progetto a Somma Vesuviana, presso il Teatro Summarte

“La prevenzione del rischio di incendi nelle zone più belle della regione Campania, la salvaguardia dell’ambiente e degli animali che in esso hanno la loro casa sono al centro del programma “Fire Risk Assessment, pronto a snocciolare i primi risultati. Stiamo elaborando un vero e proprio “manuale” - ha proseguito Esposito - per la corretta gestione dei possibili pericoli. Partire dalla prevenzione per tutelare in maniera adeguata la biodiversità e le filiere alimentari". 

Potrebbe Interessarti

  • Donna nuda sale su un albero in Piazza Vittoria: sputa sui passanti | VIDEO

  • Cavani posta su Instagram un gol col Napoli, i tifosi: "Torna da noi"

  • Venezia, nave da crociera travolge battello, 4 feriti. "A Napoli sarebbe un disastro"

  • Concerto D'Alessio-D'Angelo rimandato, il video di scuse: "Avevamo litigato"

Torna su
NapoliToday è in caricamento