A Scampia si “spacciano” pomodori dei terreni confiscati alla camorra

Giovedì verrà firmato il protocollo tra la Cooperativa (R)esistenza, La Fiammante e Storytelling Meridiano per la nascita del progetto “Funky Tomato Project”

Un accordo per vendere i pomodori coltivati nei terreni confiscati alla camorra e finanziare la nascita di una piattaforma editoriale che racconti il cibo e l'agroalimentare sano. Nasceranno così i barattoli “Funky Tomato” grazie alla Cooperativa (R)esistenza, La Fiammante e Storytelling Meridiano che giovedì 22 novembre, firmeranno un contratto di rete a Scampia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il “Funky Tomato Project” promuove il consumo consapevole e si batte per la creazione di un'economia sana. Attraverso la piattaforma verranno raccontate tutte le realtà nate proprio grazie al consumo responsabile e in aree sottratte alla criminalità organizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

Torna su
NapoliToday è in caricamento