A Scampia si “spacciano” pomodori dei terreni confiscati alla camorra

Giovedì verrà firmato il protocollo tra la Cooperativa (R)esistenza, La Fiammante e Storytelling Meridiano per la nascita del progetto “Funky Tomato Project”

Un accordo per vendere i pomodori coltivati nei terreni confiscati alla camorra e finanziare la nascita di una piattaforma editoriale che racconti il cibo e l'agroalimentare sano. Nasceranno così i barattoli “Funky Tomato” grazie alla Cooperativa (R)esistenza, La Fiammante e Storytelling Meridiano che giovedì 22 novembre, firmeranno un contratto di rete a Scampia.

Il “Funky Tomato Project” promuove il consumo consapevole e si batte per la creazione di un'economia sana. Attraverso la piattaforma verranno raccontate tutte le realtà nate proprio grazie al consumo responsabile e in aree sottratte alla criminalità organizzata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: nuove modalità di pagamento e sconti. Le novità

  • Maximall Pompeii: 200.000 mq di attività turistico-commerciali per 1.500 posti di lavoro

  • Virus dalla Cina, intervista al virologo: "Allarme ingiustificato. Fa più paura l'influenza"

  • Giallo a Mergellina: donna trovata morta in casa in un lago di sangue

  • La Polizia Penitenziaria a Tina Colombo: "Non prenda in giro i napoletani"

  • Ora legale, lancette in avanti di un'ora: la data

Torna su
NapoliToday è in caricamento