Mugnano, bonifica del territorio: approvato protocollo d'intesa

Convenzione tra Comune, Regione e società Campania Ambiente. Il sindaco Sarnataro: "Partiremo dalle zone maggiormente colpite dallo sversamento abusivo di rifiuti"

Rifiuti

MUGNANO – Bonifica del territorio, la giunta targata Sarnataro approva il protocollo di intesa con la Regione e la società Campania Ambiente. La convenzione, varata nella giornata di ieri dall’esecutivo, consentirà una serie di interventi straordinari di bonifica sul territorio comunale.

“E’ una grande opportunità – spiega il consigliere Ciro Terribile che ha seguito da vicino la questione – Grazie a questo protocollo d’intesa potremo reperire fondi regionali per riqualificare quelle zone periferiche maggiormente colpite dallo sversamento illegale di rifiuti. Mi occuperò personalmente di coordinare la squadra di lavoratori che opererà sul territorio”.

Le aree da bonificare saranno individuate dall’Ente, mentre gli interventi straordinari saranno effettuati dai lavoratori della società regionale Campania Ambiente.

“Gli interventi di Campania Ambiente – spiega l’assessore al ramo Valerio Capasso – daranno una risposta concreta ai cittadini delle zone da anni abbandonate all’incuria e al degrado, che hanno il diritto di vivere in un ambiente sano e soprattutto civile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto il sindaco Luigi Sarnataro: “Ringrazio il consigliere Terribile, per essersi fatto promotore di quest’importante provvedimento. Entro una decina di giorni firmeremo il protocollo d’intesa e inizieranno gli interventi di pulizia straordinaria. Sin dal nostro insediamento la tutela dell’ambiente è sempre stata tra le nostre priorità. Stiamo cercando da un lato di individuare chi sversa nelle nostre strade, tramite l’installazione di telecamere di videosorveglianza e i controlli da parte delle Gav, e dall’altro di ripulire quelle aree, in primis via Sansone e quelle adiacenti alle case popolari degli Iacp, maggiormente colpite dal fenomeno del sacchetto selvaggio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • De Luca: "Picco di contagi a inizio maggio. Stringiamo i denti o giugno e luglio chiusi in casa"

  • Coronavirus, tutti gli aggiornamenti del 5 aprile a Napoli e in provincia

  • "A Napoli c'è anche un'eccellenza": il post di Mentana fa indignare i napoletani

  • Covid-19: lutto a Chiaia per la morte di Luciano Chiosi

  • Coronavirus, morta una 48enne ricoverata al Loreto Mare

  • Lettera ai figli dopo la morte: "Quando la leggerete non ci sarò più"

Torna su
NapoliToday è in caricamento