Sant’Antimo, raccolta differenziata al 70%

Amministratori, dirigente del settore e Cite: "Ora puntiamo al 75" e "Previsti premi da distribuire a quei cittadini virtuosi che nel corso degli ultimi dodici mesi si sono contraddistinti"

Sale la percentuale della raccolta differenziata a Sant’Antimo, toccando quota 70% e andando oltre ciò che richiede la normativa vigente in materia di differenziazione dei rifiuti.

Il minimo da raggiungere è fissato al 65%, a Sant’Antimo è stato chiuso l’anno con il 70% “ma non siamo ancora appagati” è il commento unanime di amministratori locali, dirigente del comune e responsabili del Cite, il consorzio che gestisce il servizio.

“Dalla raccolta differenziata continuano ad arrivare degli ottimi risultati – affermano all’unisono il sindaco Francesco Piemonte, l’assessore all’ecologia Tommaso Beneduce e la dirigente del settore Lucia Nardi – e questo grazie al costante impegno dei nostri concittadini e ad un servizio che si mantiene su ottimi livelli.  Per ogni traguardo che tagliamo, ne fissiamo subito un altro. Sempre più ambizioso e difficile da raggiungere ma sappiamo di poter contare su dei cittadini volenterosi e capaci di farci puntare sempre più in alto. Ogni sforzo, però, va premiato e così, anche quest’anno, abbiamo premi da distribuire a quei cittadini virtuosi che nel corso degli ultimi dodici mesi si sono contraddistinti. Ed è così che all’impegno di chi si è recato al Centro di Raccolta per conferire i rifiuti in maniera differenziata deve necessariamente conseguire il giusto riconoscimento che può arrivare fino a 600 euro”.