Aprirà a marzo il parco ecologico d'Acunto

A due anni dalla morte del leader ecologista Antonio D'Acunto - al cui ricordo l'Amministrazione de Magistris decise d'intitolare un parco ecologico tematico a Marianella - un sopralluogo congiunto indica che il progetto è in via di ultimazione. L'apertura dell'area è infatti prevista per l'inizio di Marzo 2017.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NapoliToday

Martedì 12 gennaio si è svolto un sopralluogo al costruendo "Parco Ecologico Antonio D'Acunto" , in via G. A. Campano a Marianella. Alla ricognizione ha partecipato una delegazione della Rete Campana per la Civiltà del Sole e della Biodiversità (RCCSB), guidata dal presidente Ermete Ferraro, ed il Vicesindaco ed Assessore all'Ambiente di Napoli, Raffaele Del Giudice, che del Parco è stato il promotore. Il sopralluogo all'area verde - 7000 mq, 3000 dei quali ospitanti un'isola ecologica dell'ASIA ed i rimanenti 4000 adibiti a parco ecologico tematico, con aule didattiche e quattro piattaforme dimostrative delle fonti energetiche rinnovabili - è stato guidato dal responsabile dei lavori, ing. Aldo Amitrano e dal coordinatore per la progettazione, geom. Ciro La Rocca. E' stato da loro illustrato il progetto ( che comprende un'attività di educazione ambientale rivolta alle scuole, sia sul piano dei materiali riciclabili sia su quello delle energie eco-sostenibili) e chiarito lo stato di avanzamento dei lavori, eseguiti dalla COSAV Srl di Afragola e la cui conclusione è prevista per la fine di febbraio 2017. Da parte loro, gli esponenti della RCCSB hanno espresso soddisfazione per tale risorsa, dedicata alla formazione nei giovani di una cultura ecologica e non a caso intitolata ad Antonio D'Acunto, fondatore della Rete associativa e primo firmatario della legge regionale d'iniziativa popolare n. 1/2013 sulla cultura e diffusione dell'energia solare in Campania. Gli ambientalisti hanno però espresso rammarico per l'abbattimento di alcuni pioppi preesistenti e chiesto la piantumazione di nuovi alberi, a completamento delle aree a prato e delle siepi di contorno già previste. A tal fine, la RCCSB si rivedrà a breve col Vicesindaco, per definire altri aspetti che promuovano una progettazione partecipata del Parco e gli aspetti organizzativi inerenti al Centro di Educazione Ambientale che ne strutturerà la proposta formativa. UFFICIO STAMPA RCCSB > http://www.laciviltadelsole.org CONTATTI > ermeteferraro@alice.it 349 3414190

I più letti
Torna su
NapoliToday è in caricamento