La scuola che cambia: impianto fotovoltaico all'Istituto Gigante-Neghelli

"L'officina del sole" si estende sul tetto su una superficie di circa 1500 metri quadri: ben 152 pannelli solari garantiranno una produzione di energia annua pari a 50.500,00 kw

È stato inaugurato questa mattina il nuovo impianto fotovoltaico dell'Istituto Comprensivo Gigante-Neghelli a Fuorigrotta. Primo nel quartiere, l'impianto è stato realizzato con fondi Pon e rende la scuola completamente autonoma da un punto di vista energetico. "L'officina del sole" si estende sul tetto su una superficie di circa 1500 metri quadri: ben 152 pannelli solari garantiranno una produzione di energia annua pari a 50.500,00 kw.

Il finanziamento ha consentito lo svolgimento dei lavori al secondo piano dell'edificio, inagibile a causa di infiltrazioni d'acqua, dove oggi sono sistemati i laboratori e la realizzazione dell'impianto fotovoltaico. Con le risorse a disposizione, inoltre, è stato possibile provvedere anche ai lavori di ristrutturazione della palestra.

Soddisfatto il sindaco de Magistris: "A Napoli si sta facendo molto per la scuola pubblica agendo in controtendenza rispetto a quanto accade a livello nazionale. Questo risultato è il frutto di un lavoro di squadra e della forte sensibilità su temi ambientali dimostrata dalla dirigenza scolastica, dal corpo docente, dalle famiglie e dai ragazzi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come ha poi sottolineato la dirigente Mariarosaria Scalella, l'idea di rendere autonoma energeticamente la struttura infatti nasce da un esperimento fatto dagli studenti che sono rimasti "affascinati da un esperimento in cui una pila collegata a una patata, attraverso degli elettrodi, accendeva una lampadina". Da qui la proposta di coltivare sul tetto della scuola un grande campo di patate per produrre corrente elettrica, progetto che si è mutato nell'installazione di pannelli fotovoltaici grazie all'assegnazione dei fondi europei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riaprono spiagge libere e stabilimenti balneari: l'ordinanza della Regione Campania

  • "Non siamo imbuti, abbiamo perso la felicità. Annullate l'esame di maturità": lo sfogo di una studentessa

  • Morte Pasquale Apicella, la vedova: "In quella macchina sono morta anche io"

  • Covid, focolaio al Cardarelli. Gli infermieri insorgono: "Situazione desolante"

  • Agguato ad Acerra, ucciso un uomo a colpi d'arma da fuoco

  • Coronavirus, due nuovi decessi in Campania: i nuovi casi tutti a Napoli e provincia

Torna su
NapoliToday è in caricamento