Futuro università aree interne e del Sud: il dibattito

All'Unione industriali di Napoli ne discutono i protagonisti dell'alta formazione

"Università, Ricerca e Mezzogiorno: quale futuro per i giovani"  è il tema dell'incontro promosso dai Prof. Raffaele Calabrò rettore del Campus Biomedico di Roma, Mario Delfino  consigliere dell’Ordine dei medici di Napoli e Gabriella Fabbrocini direttore della Dermatologia dell’Università degli Studi Federico II di Napoli. All'incontro, in calendario il 27 gennaio, a partire dalle ore 17.00, nella sede dell'Unione industriali, in Piazza dei Martiri, parteciperanno il presidente del Cnr Massimo Inguscio, il neo-ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi,  il direttore scientifico Apple Academy Giorgio Ventre e ricercatori, medici e rettori di diversi atenei - anche attraverso una serie di interviste video - per aprire un confronto sulle strategie più efficaci che possano consentire di coniugare al meglio ricerca scientifica e sviluppo del territorio, nell'ottica dell'aumento dell'occupazione dei giovani in generale e dei laureati in particolare. 

“Solo un adeguato investimento nella ricerca e in particolare nella ricerca da parte degli atenei meridionali potrà consentire all'università di essere valido motore di rigenerazione sociale, in grado di far ripartire l’economia del territorio di riferimento - spiega infatti la Prof. Fabbrocini -  le università meridionali hanno professionalità estremamente valide, esattamente pari a quelle del Nord e dell'Europa. Sono però state penalizzate da politiche di spesa miopi, carenza di infrastrutture oltre che dagli effetti distorcenti della globalizzazione che spingono gli studenti a cercare altrove il loro futuro".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come cambierà l'insegnamento dopo la pandemia da Coronavirus

  • Facoltà a numero programmato: i test d'ingresso potrebbero tenersi online

  • Facoltà a numero programmato: le date delle prove per il nuovo anno accademico

  • Mascherine: produzione sperimentale dalla collaborazione tra Federico II e amministrazione penitenziaria della Campania

  • Insegnare via web: più facile con gli strumenti messi a disposizione da Google

Torna su
NapoliToday è in caricamento