Biomedica e medicina di personalizzata: nuovo programma Erasmus

60 crediti formativi, 88 borse di studio da 12mila euro netti oltre ad un rimborso spese di massimo 4mila euro, il programma si rivolge a "studenti di alto profilo" di Medicina e Ingegneria

Si chiama "Biosciences and Bioengineering Innovations for Precision Medicine [BeinPM]" e sarà attivato nell'anno accademico 2020/21 il nuovo programma Erasmus Mundus Joint master degree.

Finanziato per 4 anni, dunque fino all'anno accademico 2023-24, prevede 60 CFU e 88 borse di studio - dunque 22 per ciascun anno -  di mille euro netti al mese per 12 mesi, e un rimborso spese fino ad un massimo di 4.000 euro per coprire le spese di viaggio e di vitto/alloggio, in base al Paese di provenienza, per 

  •  40 per studenti non-UE,
  •  20  per studenti UE
  •  28 per studenti delle targeted regions del mondo (Asia, escluse Cina e India, e Sud America).

Gli atenei coinvolti sono Grenoble-Alpes in France (capofila), Federico II di Napoli e Università di Barcellona.

Il programma nasce dall'esigenza di creare nuovi esperti nel campo della medicina personalizzata detta anche medicina di precisione - che si riferisce alle strategie terapeutiche che tengano conto della specificità individuale dei pazienti - garantendo un training mutidisciplinare che coinvolge ricercatori di base, medici, ingegneri e informatici.
Interamente in inglese, il programma è rivolto essenzialmente a studenti di alto profilo, che abbiano completato la laurea di primo livello ed abbiano anche acquisito, al momento dell'inizio del programma di studio, crediti addizionali (in totale 240 ) nei settori di area biomedica o di ingegneria biomedica. Necessario pertanto un buon livello - certificato - di inglese. A coordinarlo per la Federico II sono i Prof. Gerolama Condorelli e Lucio Pastore per il dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche della scuola di Medicina, e Stefano Guido e Paolo Netti per il dipartimento di Ingegneria chimica, dei Materiali e della Produzione industriale.

Al termine delle attività, gli studenti paretcipanti riceveranno un Joint Master Degree in Biosciences and Bioengineering Innovations for Precision Medicine a firma dei tre rettori. Gli studenti arruolati al programma potranno quindi scegliere di proseguire nel programma di dottorato di ricerca, nella medicina pubblica o in laboratori industriali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per saperne di più clicca qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Facoltà a numero programmato: i test d'ingresso potrebbero tenersi online

  • Facoltà a numero programmato: le date delle prove per il nuovo anno accademico

  • Scuole paritarie e lockdown: come regolarsi con le rette scolastiche

  • Studenti e docenti della Federico II protagonisti di una serie Tv in 6 puntate

  • Mascherine: produzione sperimentale dalla collaborazione tra Federico II e amministrazione penitenziaria della Campania

  • Covid-19, la formazione tra crisi e opportunità: intervista ad Andrea Pitasi

Torna su
NapoliToday è in caricamento