Autonomia differenziata: come cambia l'istruzione al Sud

A Napoli seminario con il presidente dello Svimez organizzato dalle associazioni meridionali dei dirigenti scolastici

Seminario di studi in Consiglio regionale sul tema “Autonomia differenziata e regionalizzazione dell’istruzione: problemi e prospettive”. L'incontro è promosso dalla struttura campana dell’Associazione Nazionale dei Dirigenti Scolastici e organizzato in collaborazione con le sezioni regionali di Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia, cioè le regioni che più saranno colpite dalla paventata realizzazione dell'autonomia differenziata.

Cos'è l'autonomia differenziata: l'autonomia differenziata è la potestà riconosciuta dall'articolo 116 della Costituzione dopo la modifica avvenuta con la riforma costituzionale del Titolo V approvata nel 2001: il tema del riconoscimento di maggiori forme di autonomia alle Regioni a statuto ordinario, ai sensi dell'articolo 116, terzo comma, della Costituzione, si è imposto al centro del dibattito politico e sociale dopo le iniziative intraprese da Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna nel 2017: dopo la sottoscrizione di tre accordi preliminari con il Governo giallo-bverde, a febbraio 2018, su richiesta delle tre regioni, il negoziato è proseguito ampliando - rispetto a quello originario - il quadro delle materie da trasferire alle regioni e nel frattempo altre regioni hanno intrapreso il percorso per la richiesta di condizioni particolari di autonomia.

Nel corso dell'audizione sulle linee programmatiche del 17 ottobre scorso il Ministro per gli affari regionali ha evidenziato l'intenzione del Governo di ripartire dal lavoro svolto ed ha preannunciato la presentazione in Parlamento di un'iniziativa legislativa volta a definire una cornice normativa unitaria in cui potranno definirsi gli interventi di attuazione dell'art. 116, terzo comma, della Costituzione.

Conseguenze e ricadute sull'istruzione Oggetto del seminario l'analisi delle ricadute in termini di qualità e livelli dell'istruzione nelle regioni meridionali e i possibili correttivi. Tra i relatori il Presidente dell’ANDIS Paolino Marotta, la vice Presidente regionale della Campania Claudia La Pietra, il Presidente dello Svimez Adriano Giannola, l’assessore regionale all’Istruzione Lucia Fortini e la Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrovie dello Stato: online il bando 2020 per la Mobility Academy

  • Le 5 lauree più richieste nel 2020

  • Federico II: entra nel vivo la campagna elettorale per la scelta del nuovo rettore

  • Matrimonio perfetto, il corso della top wedding architect napoletana Sara D'Angelo

  • Cybersecurity, via alle iscrizioni al corso gratis della Federico II: in palio assunzioni e stage

  • Tirocini presso le sedi diplomatiche: online il bando

Torna su
NapoliToday è in caricamento